facebook rss

Dopo il concerto-evento dell’Arena di Verona,
Calcutta riparte da Ancona
con il suo Evergreen tour

MUSICA - Sarà l’unica data per Marche, Abruzzo e Molise. Il cantautore potentino dopo le tappe allo stadio Francioni di Latina ed il sold out dell'Arena di Verona, data trasformata in un film-concerto, riparte dai palasport, dal Palarossini
Print Friendly, PDF & Email

Calcutta

 

 

Grandissima attesa per la data zero del tour Evergreen di Calcutta che si terrà al PalaRossini di Ancona domani, 17 gennaio. Sarà l’unico concerto per Marche, Abruzzo e Molise. Ancora disponibili gli ultimissimi biglietti (anche la sera del concerto presso la biglietteria del PalaRossini). Calcutta, al secolo Edoardo D’Erme, torna a calcare il palco dopo le uniche due apparizioni live per la promozione dell’uscita del suo terzo album Evergreen, che ha confermato Calcutta come musicista unico nel suo genere. Un disco che pur essendo musicalmente diverso dal caso discografico Mainstream, ha mantenuto le peculiarità che hanno conquistato i cuori di migliaia di ascoltatori italiani, facendoli definitivamente innamorare. Due sole date estive per sostenere Evergreen, dunque, ma che hanno fatto la storia. Calcutta è stato il primo artista indipendente italiano ad organizzare un live in uno stadio, il Francioni della sua città natale Latina, e soprattutto in un luogo “sacro” per la musica mondiale: l’Arena di Verona, il 6 agosto 2018, con una serata che ha emozionato 13mila persone e che si è trasformata in un evento cinematografico per tutti. Per la regia di Giorgio Testi e la distribuzione Lucky Red. Prevendite disponibili su: www.calcuttatuttiinpiedi.it

Sarebbe stato impossibile non cercare di fermare con un film-concerto questo momento di grazia del musicista pontino, e quale occasione migliore del live sold out all’Arena di Verona, per far vivere (e rivivere ai presenti) questa esperienza a chi avrebbe voluto esserci e non c’era?
La regia di Giorgio Testi riporta alle emozioni di quella serata: il calore del pubblico, l’immaginifico susseguirsi dei visual coordinati da Filippo Rossi, la band, le coriste, Dario Brunori e Francesca Michielin, tutto talmente perfetto da sembrare un sogno lucido, ora di nuovo riproducibile per tutti.
Ora il tour riparte dal vivo nei Palasport. Data zero ad Ancona, già sold out, a Roma e Milano, e 50mila prevendite.

Calcutta ha scritto, con la partecipazione di Dario Faini e Vanni Casagrande, “Se piovesse il tuo nome”, il singolo che ha anticipato l’uscita dell’ultimo album di Elisa, “Diari aperti”. Dal 14 dicembre è disponibile negli store digitali e sulle piattaforme streaming una nuova versione del pezzo nella quale Elisa duetta con Calcutta.
“Se piovesse il tuo nome” per questa collaborazione speciale ha anche una nuova veste musicale con Calcutta e Elisa che si sono occupati della produzione.
Elisa ha dichiarato in proposito: «Calcutta mi piace perché ha un animo musicale senza tempo. È molto puro e ha un’identità fortissima».

la copertina di Evergreen

EVERGREEN
A due anni e mezzo dal precedente Mainstream, lavoro che ha sparigliato generi, appartenenze e definizioni, il 25 maggio è uscito Evergreen, il nuovo attesissimo disco di Calcutta, balzato direttamente al primo posto della classifica Fimi. Anticipato dai tre singoli Orgasmo, Pesto e Paracetamolo, che si sono fatti largo nelle chart, nelle radio e nei cuori di migliaia di persone, il cantautore di Latina è tornato con un album di dieci brani destinati a lasciare nuovamente il segno nella musica pop italiana.

CALCUTTA
Il suo disco Mainstream uscito nel 2015 ha sparigliato generi, appartenenze e definizioni. Calcutta ha marcato una linea di confine nel modo di intendere la musica indipendente partendo da outsider, da artista di culto, con un percorso fuori dagli schemi canonici del music business, ma attirando verso di se una curiosità sempre crescente. Merito delle melodie contagiose delle sue canzoni che lo hanno reso un fenomeno irresistibile. La sua scrittura pop non ha pari in Italia e l’attenzione trasversale di pubblico, stampa e social network ne sono la riprova costante. Un successo testimoniato anche dal disco d’oro raggiunto da Oroscopo, uno dei brani più trasmessi dell’estate 2016, e da canzoni come Cosa mi manchi a fare, Frosinone, Gaetano che registrano ormai milioni di visualizzazioni su Youtube e sui portali di streaming. A fine 2017 Calcutta si è riaffacciato sulle scene con Orgasmo una nuova canzone che ha subito colto nel segno. Il brano ha totalizzato oltre 10 milioni di stream su YouTube, Spotify, Apple Music, Deezer, è salito fino alla posizione #5 sulla Spotify Chart e per la prima volta l’ha proiettato nella Top 50 dell’Airplay Chart di EarOne. A inizio febbraio è stata la volta di Pesto che ha ulteriormente rinvigorito entusiasmi e attese. Il 25 maggio 2018 arriva finalmente il nuovo disco. Si intitola Evergreen ed è anticipato dal terzo singolo Paracetamolo. Un pop stralunato dal retrogusto psichedelico e dal doppio principio attivo, agisce rapidamente prima con un riff di chitarra che si incolla alle orecchie, poi con il ritornello “sento il cuore a mille” lanciato verso l’infinito.
E poi c’è il live. Solo chi ha avuto la possibilità di vederlo in azione durante un concerto ha potuto testare con i propri occhi il magnetismo di questo musicista che ha raccolto consensi unanimi tra le platee di tutta Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X