facebook rss

Area archeologica di Casenuove,
dagli scavi riemergono orci romani

OSIMO - Quasi completato, con l'installazione di una nuova tettoia, il restyling del sito di Monte Torto che custodisce i resti di una villa patronale databile tra il I sec. a.C. e il IV-V sec. d.C.. Le visite guidate ripartiranno in primavera
Print Friendly, PDF & Email

La nuova tettoia realizzata sull’area archeologica di Montetorto, a Casenuove di Osimo, con gli archeologi impegnati nella nuova campagna di scavi (foto Daniele Trucchia)

Si è svolto ieri, sull’area archeologica di Montetorto a Casenuove di Osimo in fase di restyling e chiusa alla visite, il sopralluogo dei funzionari della Soprintendenza Archeologica della Regione Marche e degli assessori Mauro Pellegrini e Michela Glorio. Il sito, che custodisce le antiche vestigia di una villa patronale romana con annesso frantoio databile tra il I sec. a.C. e il IV-V sec. d.C., è stato dotato di una nuova tettoia finanziata con 40mila euro di contributi ministeriali. Durante i nuovi scavi svolti dagli archeologi della Cooperativa ArcheoLab (i primi erano iniziati negli anni Ottanta) sono riemersi altri orci oleari e vinari di epoca romana. Al termine dei lavori di ristrutturazione le visite turistiche guidate dovrebbero ripartire la prossima primavera, con molta probabilità ad aprile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X