facebook rss

Messa in sicurezza falesia del Passetto,
il costo previsto è di 2,6 milioni di euro

ANCONA – Nel documento di fattibilità stilato dagli uffici comunali nell'ambito del Programma triennale dei lavori pubblici 2019/2021, i tempi per l'esecuzione dell'intervento sono stimati in poco meno di un anno. Lo scorso 8 gennaio, un'ordinanza sindacale ha vietato l'accesso alla Grotta Azzurra per ulteriori indagini diagnostiche
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Si tratta di uno studio di fattibilità, quindi il progetto degli interventi potrebbe subire qualche modifica in itinere, ma nel documento stilato dalla Direzione manutenzioni del Comune, la messa in sicurezza della falesia del Passetto ha un costo previsto di 2,6 milioni di euro. Dopo le frane degli ultimi anni, la manutenzione straordinaria dell’area si è resa ormai indispensabile. Lo scorso 8 gennaio, con decreto sindacale n.1, è stato anche vietato l’accesso alla Grotta Azzurra per permettere ulteriori indagini diagnostiche sulla struttura in calcestruzzo armato, nell’ambito del contenzioso tra il Comune e la ditta che aveva in precedenza eseguito i lavori. Una storia lunga ed articolata quella della messa in sicurezza della friabile falesia che, stando al progetto di fattibilità, potrebbe risolversi in 300 giorni, poco meno di un anno.
Il documento stilato dagli uffici comunali, mediante l’adozione di uno scenario base di riferimento, identifica le principali possibilità di realizzazione e gestione del progetto, dimostrando il livello di fattibilità amministrativa, tecnica, economica e finanziaria. «Per la sua redazione – si legge nel documento – si è tenuta in considerazione la situazione della stabilità del versante e, a seguito di sopralluoghi e segnalazioni, si è proceduto a computare gli interventi più urgenti, studiati e contabilizzati al fine di eliminare quanto più possibile i rischi per l’area».
Tra le principali operazioni previste, la rimozione delle rocce pericolanti e il posizionamento di reti paramassi, oltre ai rilievi e le analisi geologiche dell’area per la sua definitiva sistemazione.
La falesia, per sua stessa natura, risulta soggetta a instabilità e dunque necessita di continui interventi per garantire la sicurezza di chi transita nelle zone sottostanti, decisamente molto gettonate in estate.
Dunque, conclude il documento, «per l’area della falesia del Passetto, al fine di ridurre i rischi derivanti dal transito di persone nell’area sottostante, non esistono alternative progettuali alla manutenzione straordinaria per la sua messa in sicurezza».

Messa in sicurezza della falesia del Passetto, Grotta Azzurra off limits

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X