facebook rss

Serviva Lsd ai clienti direttamente a casa sua,
arrestato spacciatore

ANCONA - Il potente allucinogeno era nascosto in frigo. Nella cappa della cucina invece era nascosta marijuana
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Serviva Lsd liquida, che conservava in frigo, direttamente ai suoi clienti che si presentavano nel suo appartamento. Arrestato questa mattina (26 gennaio) spacciatore italiano, M. M. Da tempo gli investigatori della squadra Mobile, sezione antidroga di Ancona, sapevano della fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo marijuana e, soprattutto di Lsd (droga disambigua) considerata una tra le più potenti sostanze psichedeliche: una dose di appena 25 microgrammi può causare alterazioni della percezione e dell’umore ed allucinazioni, per più di dieci ore. Così i poliziotti dopo diverse giornate di appostamenti e pedinamenti, nonché numerosi accertamenti investigativi, hanno localizzavano l’appartamento di M.M., un operaio italiano, e nella tarda mattinata di ieri (25 gennaio) hanno fatto irruzione nell’abitazione ed hanno trovato oltre mezzo etto di marijuana e una boccetta di Lsd liquida. Quest’ultima conservata in frigorifero sarebbe servita per la cessione di 50 dosi di allucinogeno, vendute a 15 euro a goccia.

Lo spacciatore, servendosi di appositi tamponi, anch’essi rinvenuti e sequestrati dagli inquirenti, serviva la droga liquida direttamente ai suoi clienti, versando una goccia del contenuto su un’apposita cartina, che veniva applicata sotto la lingua dal cliente, il quale si allontanava da casa dello spacciatore in uno stato crescente di allucinazione. Nella cappa della cucina, invece, era nascosta la marijuana, insieme ad un bilancino di precisione ed tutto l’occorrente necessario per il confezionamento della droga.

L’intera attività di polizia, coordinata dalla procura della Repubblica di Ancona ha permesso di arrestare in flagranza di reato l’operaio spacciatore, attualmente ai domiciliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X