facebook rss

Riapre la storia pizzeria Cerioni:
aveva chiuso a Natale

FALCONARA - Ieri il taglio del nastro dell'esercizio all’angolo tra via Manara e via Marsala a Falconara con nuovi gestori
Print Friendly, PDF & Email

Ha riaperto i battenti ieri alle 17, con una nuova gestione, la pizzeria pasticceria gelateria Cerioni, all’angolo tra via Manara e via Marsala a Falconara. A tagliare il nastro è stata il sindaco Stefania Signorini, che con grande piacere ha appreso la notizia della riapertura dell’attività, chiusa nel giorno di Natale. «E’ una attività storica di Falconara – commenta il primo cittadino –.Tanti di noi hanno trascorso le loro giornate in questo locale, che è anche un luogo di ritrovo ed è nel cuore di tutti i falconaresi. Sono davvero felice che abbia riaperto perché c’è un grande legame affettivo della città con questa attività, grazie anche ai proprietari Maria e Adriano che avevano saputo creare un rapporto tanto speciale con i clienti».

Maria Claudia Tittarelli e Adriano Cerioni, storici proprietari, erano accanto ai nuovi gestori, Alessandra Circolani e Andrea Gentiletti: una nuova coppia ha preso le redini dell’attività condotta per anni dai coniugi falconaresi. Alessandra e Andrea arrivano da Jesi, dove gestivano tre negozi di panetteria e pasticceria. Cercavano un’attività più piccola e hanno saputo della chiusura di Cerioni grazie a un rappresentante. Maria e Adriano li hanno affiancati in questi giorni per trasmettere i segreti delle loro ricette e chi oggi pomeriggio ha potuto gustare pizza e dolci ha ritrovato i sapori di sempre. I nuovi gestori hanno anche deciso di mantenere nome e insegna e promettono di conservare le ricette storiche, cui col tempo affiancheranno le loro specialità. L’attività di pizzeria era nata nel 1942 in via Cavour per iniziativa di Sergio Tittarelli, padre di Maria. Si era spostata per un breve periodo in piazza Garibaldi, prima di trasferirsi definitivamente negli anni Settanta nel locale attuale. A Natale i coniugi Cerioni avevano abbassato la saracinesca senza aver individuato alcun erede professionale, fino all’incontro con Alessandra e Andrea che hanno reso possibile la prosecuzione dell’attività, nel segno della continuità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X