facebook rss

Polizia di Stato, va in pensione
l’ispettore Massimo Pietroselli

OSIMO - Da domani il responsabile della Squadra Anticrimine lascia il Commissariato di Ps di Osimo per raggiunti limiti di età dopo 39 anni di servizio, encomi e una Medaglia d’oro al merito
Print Friendly, PDF & Email

Le volanti del Commissariato di Osimo in piazza Marconi

Massimo Pietroselli

Va in pensione da domani, per raggiunti limiti d’età, l’ispettore superiore della Polizia di Stato Massimo Pietroselli, un vero e proprio punto di riferimento della Squadra Anticrimine del Commissariato di Ps di Osimo. Un poliziotto con esperienza ed intuito investigativo, rispettoso della legge e della divisa, ma sensibile ed equanime nell’offrire consigli ai cittadini che negli ultimi decenni, si sono rivolti agli uffici di Piazza Marconi per risolvere le varie complicazioni del quotidiano. Sempre pronto ad informare nelle assemblee di quartiere la cittadinanza, soprattutto gli anziani, sui rischi e trappole tesi dalla micro criminalità, Pietroselli lascia la Polizia a 60 anni, dopo averne trascorsi 39 in servizio. Già sergente istruttore presso la Scuola Militare Paracadutisti di Pisa, si è infatti arruolato nel 1980 quando ancora la Polizia di Stato era militare. Dopo aver svolto 14 anni in servizio nelle Squadre Investigative della Questura di Milano è stato trasferito alla Squadra Mobile Sezione Narcotici della Questura di Ancona per venire poi a dirigere la Squadra Investigativa del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Osimo.

Il Commissariato di Ps di Osimo

Dal 1995 al 2005 ha inoltre svolto anche le funzioni di vice procuratore Onorario (Pubblico Ministero) presso i Tribunali di Ancona e Osimo. La sua carriera è stata coronata di riconoscimenti ed Encomi Solenni, Encomi, Lodi ed Attestati, rilasciati dal Ministero dell’Interno per aver arrestato in flagranza di reato dei rapinatori armati, in un ristorante; per aver arrestato il responsabile di stupro e omicidio di una minorenne; per aver arrestato latitanti mafiosi e per aver arrestato vari spacciatori e sequestrato vari chilogrammi di droga nonchè ingenti quantitativi di refurtiva. Oltre ad essere stato insignito della Medaglia d’oro al merito di servizio, le città di Osimo e Castelfidardo gli hanno conferito riconoscimenti ed encomi per le operazioni portate a termine sul territorio della Valmusone ma anche per l’impegno speso con gli studenti nelle lezioni sulla educazione alla legalità tenute nelle scuole. In questa seconda parentesi della sua vita, Massimo Pietroselli si dedicherà a quella che fino ad oggi è stata solo una passione, un hobby, impegnando il suo tempo, in veste di corrispondente sportivo e fotografo nella Federazione Pugilistica Italiana.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X