facebook rss

‘Prendi il bus’, dimezzato
il costo degli abbonamenti

JESI - Prosegue la campagna di sensibilizzazione del Comune di Jesi per favorire l'uso dei mezzi pubblici. Fino al prossimo mese di giugno il prezzo mensile del trasporto sarà di appena 17,50 euro contro i 35 di listino
Print Friendly, PDF & Email

Jesi, il capolinea degli autobus a Porta Valle (foto Giusy Marinelli)

Si rinnova l’azione dell’Amministrazione comunale di Jesi per favorire l’utilizzo del trasporto pubblico urbano. Fino al prossimo mese di giugno il prezzo dell’abbonamento degli autobus torna ad essere dimezzato: appena 17,50 euro mensili contro i 35 di listino. La riduzione riguarda anche gli abbonamenti per gli over 65 che già erano scontati del 40% e che dunque passano anch’essi a 17,50 euro rispetto ai 21 che si pagavano prima. “La decisione è stata assunta sulla scorta del positivo riscontro registrato con la precedente campagna: nel 2018 gli abbonamenti sono stati infatti 5.927, il 18% in più dell’anno precedente quando ne erano stati venduti 5.045. – fa sapere una nota stampa del Comune di Jesi – Un saldo positivo anche sotto il profilo economico, visto che l’incasso derivante dalla vendita degli abbonamenti è cresciuto di 20 mila euro, passando da 197 mila a 217 mila euro. Per garantire tali agevolazioni tariffarie, come noto, è il Comune che si fa carico della differenza del prezzo dell’abbonamento da corrispondere alla società che gestisce il servizio”.

‘Scegli l’autobus per muoverti in città, abbiamo dimezzato l’abbonamento’ è lo slogan scelto per sostenere l’iniziativa che vuole incentivare il mezzo pubblico, specialmente per chi si reca al lavoro alla zona industriale. Un’opportunità importante sotto il profilo economico per i cittadini, ma anche una rilevante azione ambientale nell’obiettivo di ridurre il traffico veicolare, tra le principali cause dell’inquinamento da polveri sottili. Oltre ai 5.927 abbonati, il servizio di trasporto pubblico locale ha visto salire sui mezzi nel corso del 2018 altri 80 mila cittadini muniti di biglietto (1.300 in meno rispetto all’anno precedente) con un incasso di 103 mila euro (più 1.700 euro sul 2017). “Continuiamo con questa azione di programmazione a lungo termine per diminuire il traffico e l’inquinamento – ha ricordato l’assessore all’ambiente Cinzia Napolitano – nell’obiettivo di mettere i cittadini nelle condizioni di avere servizi efficienti ed efficaci. Anche per questo è allo studio con Conerobus una visione ad ampio respiro sul trasporto pubblico locale che possa permettere di migliorare l’offerta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X