facebook rss

«Riapriremo il Passo del Lupo»,
la promessa elettorale di Fabia Buglioni

SIROLO - La candidata a sindaco della lista X Sirolo lancia il progetto: «Il sentiero è uno dei più belli e panoramici che scende fino alla spiaggia delle Due Sorelle, biglietto da visita della Riviera del Conero e del turismo marchigiano»
giovedì 28 Febbraio 2019 - Ore 20:04
Print Friendly, PDF & Email

La candidata a sindaco di X Sirolo, Fabia Buglioni

 

«Riapriremo il sentiero del Passo del Lupo», è la promessa elettorale fatta da Fabia Buglioni candidata a sindaco di Sirolo con la lista civica X Sirolo. In una lettera inviata a tutti i cittadini, Buglioni assicura: «Se saremo eletti presenteremo un progetto che abbiamo preparato per la riapertura del sentiero il cui vero nome è Passo della Croce ed è uno dei più belli e panoramici di Sirolo che scende fino alla spiaggia delle Due Sorelle, biglietto da visita della Riviera del Conero e stella della promozione turistica della Regione Marche. La sua riapertura, essendo chiuso da tanti anni, rientra tra quei progetti che stiamo mettendo in campo, per la valorizzazione del territorio e del turismo. Si pensa anche al turismo escursionistico di nicchia essendo un sentiero di difficoltà elevata, quindi non per tutti. Il progetto inoltre terrà conto delle realtà che già offrono servizi in tal senso. Questa decisione − prosegue la candidata − è la dimostrazione tangibile della nostra volontà di cambio di passo per Sirolo. Il Passo del lupo, si sa, è un sentiero impervio. Con questa premessa però il nostro territorio può e deve intercettare un segmento turistico legato alle escursioni specializzate che portino in loco proposte nuove ed economia fuori stagione, economia sostenibile, consapevole e rispettosa del meraviglioso ambiente che ci circonda. L’amministrazione comunale deve occuparsi della convivenza tra la fruizione e la pericolosità, attivando tutti quegli accorgimenti che possano consentire l’utilizzo in sicurezza del sentiero e facendo giusta informazione, puntuale e nella massima trasparenza. Se fino a ieri questo sentiero è stato campo di scontro politico, a volte aspro, oggi si intende superare la contrapposizione sentiero aperto/chiuso attraverso un progetto che coniughi l’amore per il territorio legato al buonsenso e alla voglia di allargare gli orizzonti».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X