facebook rss

Sgravi Tari 2019, il sindaco:
“Grazie alla lotta all’evasione”
Le minoranze: “Narrazione fantasy”

OSIMO - Dopo l'annuncio di Simone Pugnaloni (Pd) sulla diminuzione della tariffa del 3.2% per gli utenti domestici e non, la replica di David Monticelli (M5S) e Maria Grazia Mariani (Gruppo Misto)
venerdì 1 Marzo 2019 - Ore 11:11
Print Friendly, PDF & Email

La giunta di Osimo con il Cda di Osimo Servizi nel gionro dell’insediamento. Luca Marchegiani è il primo da sinistra

 

I due giorni impegnati nella maratona di approvazione del bilancio 2019-2021 di Osimo hanno portato novità per i contribuenti. “Imposte e tariffe resteranno invariate con la bella sorpresa per gli osimani della riduzione della Tari. – annuncia il sindaco Simone Pugnaloni (Pd), candidato in corsa per il secondo mandato – Dopo l’abbattimento della tassa rifiuti del 2018 pari ad un -2.63% per tutti, per il 2019 la tassa diminuisce del 3.2% per utenti domestici e non. In due anni la Tari è diminuita del 6% e la raccolta differenziata raggiunge quota 75%”. Con la lotta all’evasione e ilo recupero di bolletta non pagate o erroneamente pagate già nel 2017 il Comune di Osimo aveva introitato somme che avevano permesso di ridurre la Tari del 2,63%. Ora questo 3,2% è stato possibile grazie “al recupero evasione ed in parte perché con l’attività di accertamento è aumentata di fatto la base imponibile” spiega Pugnaloni.

Il sindaco Simone Pugnaloni (Pd)

Tra le altre novità previste nella manovra economico finanziaria pesnata per il 2019 dalla giunta comunale c’è anche l’eliminazione delle tasse sulla registrazione contratti cimiteriali, “mentre il piano investimenti – aggiunge il sindaco uscente – non prevede opere strategiche nell’anno delle elezioni amministrative, ma tanti piccoli interventi come l’acquisto di telecamere, nuovi asfalti, marciapiedi, manutenzioni delle scuole, degli edifici di culto, degli impianti sportivi e dei cimiteri. Più sostanziosi sono alcuni interventi quali l’acquisto locali per realizzare un “ridotto” al teatro alla Fenice; nuovi colombari al cimitero San Giovanni, Maggiore, San Biagio, nuova canalizzazione fosso Lama e fosso San Sabino”.

David Monticelli (a sinistra) con l’on, Paolo Giuliodori

MONTICELLI (M5S) – “TARI, LA NARRAZIONE FANTASY DI PUGNALONI” – “Gli annunci trionfalistici del sindaco sulla diminuzione della Tari ad Osimo per il 2019 confermano la narrazione fantasy, (ma sarebbe meglio dire horror) da parte di Pugnaloni dell’intera vicenda degli accertamenti del 2017, che è invece ben diversa. I metodi ‘bulleschi’ e la valanga di accertamenti con cui più di 250 piccole e medie imprese osimane si videro recapitare cartelle anche per decine di migliaia di euro per presunta evasione dall’anno 2012 in poi, furono assolutamente fuori luogo. E le dichiarazioni “recidive” di questi giorni di Pugnaloni lo sono altrettanto”. David Monticelli, candidato sindaco e attuale capogruppo consiliare del M5S replica così all’annuncio di Simone Pugnaloni, invitando il Pd ad adottare seriamente la strategia ‘Rifiuti Zero’suggerita da 7 anni dai pentastellati “e allora altro che 3,2%, la diminuzione della Taru sarebbe veramente significativa”.
Secondo il M5S non regge “la favoletta” che lo sgravio tari sarebbe arrivato dal recupero delle imposte dalle “’aziende cattive’ che la avrebbero evasa negli anni scorsi. Tutti però ricordiamo che quelle aziende alla fine del 2017 ricevettero accertamenti con richieste da capogiro per un cumulo di 5 anni consecutivi. Il M5S è per la legalità ed è per tenere sempre un comportamento onesto (anche intellettualmente), non solo da parte dei contribuenti. E’ giusto pagare le tasse tra cui tributi come la Tari, ma c’è modo e modo”. Sul fronte rifiuti i 5Stelle sono critici anche per le “acrobazie giuridiche come il consorzio Multiservizi-Ecofon per la gestione dei rifiuti in ATA2 già sonoramente bocciato dalla giustizia amministrativa (sia dal TAR che dal Consiglio di Stato)”.

Maria Grazia Mariani (gruppo Misto)

MARIANI (Gruppo Misto): “TASSA RIFIUTI, SOLO FAKE NEWS” – “La Tassa Rifiuti diminuisce grazie alla lotta all’evasione. Meno 6% in due anni, vale a dire circa 35.000 euro. Un po’ pochino se si pensa che il servizio costa oltre 6 milioni di euro. Che fine hanno fatto i 2 milioni di euro di evasione, le 300 aziende scovate poco più di un anno fa? Una bufala” la bolla anche Maria Grazia Mariani, capogruppo consiliare del Gruppo misto, candidata a sindaco in pectore per le prossime elezioni comunali. “Perché se fossero stati ‘veri’ evasori la tassa sarebbe diminuita del 35%. – sottolinea nella sua replica al sindaco Ad oggi possiamo dire che era una fake news. Per abbattere la tassa è necessario razionalizzare i costi del servizio, tagliare gli sprechi e migliorare l’igiene urbana attraverso il potenziamento del servizio spazzamento aree pubbliche e strade della Città. Osimo è troppo sporca”.

Vicolo Croccano, insozzato dal guano dei piccioni

Poi mostra la foto del vicolo Croccano in pieno centro storico, che collega via 5 Torri al Commissariato di Polizia. “Si rischia di prendere malattie: guano di piccioni ovunque, anche un uovo, tombino completamente otturato. Ma di esempi potrei farne mille. La Città ha bisogno di fatti concreti e non di spot elettorali”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X