facebook rss

Il ‘capitano’ e l’angelo del volontariato
«Due genitori splendidi»
Lutto cittadino a Castelfidardo

TRAGEDIA - La morte di Elisa Del Vicario e di Gianluca Carotti ha sconvolto la città che abbraccia i bambini della coppia, attiva alla Croce Verde e nel Gruppo Raoul Follerau. "Erano sempre pronti ad aiutare gli altri e a sorridere alla vita. Ci hanno lasciato, non certo per fatalità" commenta con amarezza il sindaco Roberto Ascani
domenica 3 Marzo 2019 - Ore 13:10
Print Friendly, PDF & Email

Elisa Del Vicario e Gianluca Carotti con i loro bambini sullo sfondo, in un attimo di felicità condiviso

L’auto dove viaggiava la coppia dopo la tragedia

 

E’ lutto cittadino a Castelfidardo. Ha deciso di proclamarlo il sindaco Roberto Ascani a poche ore dalla morte di Elisa Del Vicario, 40 anni, e Gianluca Carotti di 47 nel tragico incidente stradale di Porto Recanati. “Il dolore per la tragedia si frappone alla rabbia per le circostanze che hanno strappato la vita di Gianluca ed Elisa. – ha annunciato il primo cittadino della città della fisarmonica- Dalle notizie che arrivano sembra che il peggiore dei balordi abbia ucciso il meglio della nostra comunità. Due genitori splendidi, sempre pronti ad aiutare gli altri e a sorridere alla vita stanotte ci hanno lasciato. Non certo per fatalità. Dichiaro il lutto cittadino in segno di vicinanza ai familiari e ai tanti amici coinvolti”.

Ancora una immagine felice della coppia con i bambini

Gianluca ed Elisa erano una coppia affiatata, che si amava e che era attiva nel sociale. Lui lavorava alla Adipex di Osimo Stazione ed era un ex obiettore di coscienza e volontario della Croce Verde. “Una vera tragedia ha colpito tutta Castelfidardo, anche il mondo del volontariato cittadino è sgomento.- commentano alla Croce verde – Gianluca ed Elisa ci mancherete. Ora non abbiamo altre parole”. Nei cuori di tutti lui resterà ‘il capitano’. Lo era stato davvero come punta di diamante e con la fascia del Castelfidardo Calcio e ora come allenatore di tanti baby calciatori. Stamattina lo attendevano al campo sportivo di Villa Musone per la partita. Quando si è diffusa la notizia della tragedia si è sperato fino alla fine che ci fosse stato un errore di persona nell’identificazione dei corpi. Poi è sceso il gelo ed è montata la rabbia per quelle due vite strappate ai propri affetti per mano di qualcuno altro.

Il sindaco di Castelfidardo, Roberto Ascani

In questi ultimi anni Castelfidardo ha pagato un alto tributo di sangue alla strada e alle sue insidie con la perdita di tanti giovani vite. Gianluca era anche impegnato nella vita politica, nell’area di centro sinistra. Aveva idee chiare già dal tempo dei Ds per la città, sebbene non avesse mai deciso di spendersi in ruoli attivi o amministrativi. “Non la pensava come me, ma era schietto e sempre elegante nell’esprimere le sue idee, magari critico ma costruttivo – racconta l’assessore Romina Calvani (M5S) – Ero legata a lui da fraterna amicizia perché siamo cresciti insieme da piccoli, abitando nella stessa via. Sono fuori città e la notizia mi ha sconvolto. Aveva perso la mamma da giovane e aveva sofferto molto ma è sempre stato un ragazzo solare, dal cuore d’oro”.

Elisa con i bambini di cui si occupava come volontaria. Il Gruppo Raoul Follerau onlus di Castelfidardo ha voluto ricordarla con questa foto dolcissima

Anche Elisa era un angelo sorridente che profondeva speranza e gioia in chi incontrava lo sguardo dei suoi occhi. “Una ragazza splendida che ci mancherà tanto. Intelligente, studentessa modello, dopo il diploma da Ragioniera aveva subito iniziato a prestare servizio come impiegata amministrativa nella ditta di famiglia ma nonostante l’impegno profuso nell’attività lavorativa ed nella cura della famiglia, era sempre riuscita a ritagliarsi tempo libero per dedicarsi agli altri e ai meno fortunati – ricorda il consigliere comunale Enrico Santini (Pd-Bic) – Un impegno speso nel volontariato, fin da ragazzina all’oratorio, animata dalla fede, della parrocchia di Sant’Antonio da Padova”.  Negli ultimi anni era aveva scelto di sorridere insieme ai ragazzi diversamente abili del Gruppo Raoul Follerau onlus di Castelfidardo come animatrice ai campi estivi. “È una di quelle giornate che nessuno di noi avrebbe voluto e neanche pensato di vivere. Una di quelle giornate piene di domande che non troveranno, forse mai, una risposta. – scrivono addolorati i volontari del Gruppo Raoul Follerau – E si fa fatica a trovare parole da scrivere su questa pagina. Ma ve lo dobbiamo cari Elisa e Gianluca, per quello che siete stati per tutti noi, e che sarete per sempre: due cari e preziosi amici che ci hanno lasciato troppo presto.  Un abbraccio ai vostri figli e alle vostre famiglie”.

Elisa Del Vicario lo scorso 9 febbraio aveva postato sulla sua pagina fb alcune strofe della canzone di Cristicchi che oggi assumono un significato diverso, quasi con la valenza di un testamento morale. “…La vita è l’unico miracolo a cui non puoi non credere… Perché tutto è un miracolo tutto quello che vedi… E non esiste un altro giorno che sia uguale a ieri… Tu allora vivilo adesso… Come se fosse l’ultimo. E dai valore ad ogni singolo attimo…”.

REDAZIONE CA

Tragico schianto, arrestato il 35enne: era già finito in carcere in una maxi operazione antidroga

Frontale tra auto sull’Adriatica: muore una coppia di Castelfidardo, gravi due bambini

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X