facebook rss

Sciopero del trasporto aereo,
stop lunedì e sit in al Sanzio

ANCONA – La manifestazione di carattere nazionale, il 25 marzo dalle 10 alle 14, contro «una situazione del settore estremamente grave» si intreccia, nell'aeroporto delle Marche, con la preoccupazione dei lavoratori per la questione occupazionale dopo l'ingresso in Aerdorica del socio privato Njord Adreanna, che dovrebbe avvenire entro l'estate
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Braccia incrociate dalle 10 alle 14 di lunedì in tutti gli aeroporti italiani. È stato confermato lo sciopero nazionale proclamato unitariamente da Filt Cgil, Fit Cisl, Uil trasporti e Ugl Trasporto Aereo. «La situazione occupazionale del settore, strategico per il Paese, è estremamente grave – spiegano le sigle –. Alla base dello sciopero c’è la legislazione che regola il settore, incentivo di una competizione spinta tra le compagnie aeree che si è scaricata sui lavoratori attraverso la possibilità di pratica di forme estreme di dumping contrattuale. Inoltre – proseguono – mancano certezze e risorse adeguate al Fondo di solidarietà del settore che ha permesso di armonizzare le crisi precedenti». A queste problematiche, nelle Marche si aggiunge la preoccupazione dei lavoratori di Aerdorica, società gestore del Sanzio, sul loro futuro occupazionale dopo l’ingresso del socio privato Njord Adreanna, che dovrebbe avvenire entro l’estate, salvo colpi di scena dall’adunanza dei creditori, che si riunirà il 18 aprile per dare l’ok o meno al piano concordatario di Aerdorica. Per sostenere la protesta, i dipendenti dello scalo faranno un sit-in presso il piazzale antistante l’aeroporto dalle 10:30 alle 12:00 .
«La protesta – ricordano ancora Filt Cgil, Fit Cisl,Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo – coinvolgerà piloti e assistenti di volo, tecnici della manutenzione e personale di terra delle compagnie aeree e gli addetti all’ Handling, al Catering e delle gestioni aeroportuali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X