facebook rss

Nuovi schiavi sfruttati
sul lavoro: due denunce

CASTELFIDARDO - I carabinieri della Stazione di Castelfidardo hanno deferito all'autorità giudiziaria per Intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, due extracomunitari residenti a Recanati e Porto Recanati che impiegavano connazionali corrispondendo loro retribuzioni inferiori all'opera prestata
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Nuovi schiavi, caporalato e sfruttamento sul lavoro. I carabinieri della Stazione di Castelfidardo, a conclusione di indagini svolte con il personale dell’Ispettorato del Lavoro, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona per Intermediazione illecita e sfruttamento del Lavoro, due soggetti extracomunitari residenti a Recanati e Porto Recanati, che a vario titolo reclutavano ed impiegavano al lavoro connazionali regolari sul territorio nazionale, in condizioni di sfruttamento approfittando del loro stato di bisogno, corrispondendogli retribuzioni inferiori al lavoro effettivamente prestato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X