facebook rss

Cosparge la compagna di benzina
e la picchia perchè non pulisce casa

ANCONA - Sono solamente due episodi di una lunga serie di soprusi denunciati da una donna alla Squadra Mobile della questura che, dopo le indagini, ha denunciato l'ex fidanzato per stalking e sfruttamento della prostituzione. Ora l'uomo non può avvicinarsi alla vittima
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Picchia la compagna, minaccia di darle fuoco e la fa prostituire. Sono le accuse per cui è stato denunciato un cittadino romeno per stalking e sfruttamento della prostituzione. Le indagini coordinate dalla Squadra Mobile hanno permesso di far notificare all’uomo la misura del divieto di avvicinamento alla vittima. E’ stata lei stessa, dopo una convivenza fatta di soprusi e violenze, a rivolgersi agli inquirenti per mettere fine all’incubo. In uno degli innumerevoli episodi di violenza, l’uomo, dopo aver sottratto le chiavi dell’auto alla sua compagna, metteva in moto il veicolo minacciando di investirla. In quell’occasione, era stato pizzicato senza patente e ubriaco. In un altro episodio,  dopo essere ritornato a casa con un amico, entrambi ubriachi, colpiva con un forte schiaffo la compagna perché si era rifiutata di pulire la cucina dove aveva vomitato e messo completamente a soqquadro. Anche nel gennaio 2019 si verificava un altro episodio violento nel quale l’indagato colpiva con degli schiaffi la sua compagna perché lo stava rimproverando in quanto per l’ennesima volta aveva alzato il gomito.

Carlo Pinto, capo della squadra mobile

E poi, la donna ha denunciato  schiaffi, calci nel sedere, tirate di capelli e strattonamenti. Più volte, lui avrebbe minacciato di spaccarle e bruciarle la casa e la macchina. In una occasione l’aveva cosparsa di benzina e, soltanto grazie all’intervento di alcuni familiari, si era evitata la tragedia. Inoltre, quando gli diceva che voleva lasciarlo o chiamare la Polizia, lui minacciava: «Vattene via … è tutto mio… se chiami la Polizia t’ammazzo… tanto non ho paura del carcere». Infine, lui avrebbe costretto la compagna a consegnargli le somme derivate dalla sua attività di squillo. Nelle ultime ore, il gip ha emesso un provvedimento restrittivo nei confronti dell’uomo: non può avvicinarsi alla vittima e ai luoghi da lei frequentati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X