facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Tenta di buttare giù la porta
con una mazza, i familiari
si barricano in casa: arrestato

FALCONARA - Si tratta di un 39enne ammanettato dai carabinieri con l'accusa di maltrattamenti in famiglia nei confronti della sorella e dell'anziana madre. Ieri, l'ultimo episodio di violenza
Print Friendly, PDF & Email

La mazza sequestrata al 39enne

 

Minaccia e familiari e tenta di buttare già la porta di casa: arrestato 39enne falconarese per maltrattamenti in famiglia. Ieri pomeriggio, poco prima delle 14, ai carabinieri della Tenenza è arrivata una richiesta di soccorso da parte di una donna che si era barricata in casa mentre suo fratello colpiva con una mazza la porta d’ingresso nel tentativo di abbatterla. In pochissimi minuti la Tenenza ha inviato sul posto 2 pattuglie con bitonale e lampeggianti accesi. L’uomo veniva rintracciato a circa 200 metri dell’abitazione, mentre cercava di allontanarsi, probabilmente per aver udito le sirene che si avvicinavano. Delle 2 pattuglie una bloccava l’uomo e l’altra raggiungeva l’abitazione per prestare soccorso alla vittima. Raggiunta la donna si aveva modo di constatare che la porta era stata incrinata da un violento colpo sferrato con una mazzetta demolitrice da 5 kg, trovata sul posto, abbandonata qualche istante prima dall’aggressore. Emergeva inoltre che l’uomo – fratello della vittima – non era nuovo ad escalation di violenza verso la sorella e che le vessazioni da tempo erano rivolte anche all’indirizzo dell’anziana madre convivente. Entrambi i fratelli infatti dimorano in una casa colonica, insieme alla stessa madre. Dall’ascolto delle vittime e da una veloce ispezione del dispositivo cellulare in uso alla sorella, si aveva modo di appurare una lunga serie di vessazioni e minacce aggravate, del tono “Ti stacco la testa”. L’uomo è stato quindi immediatamente arrestato e collocato dal pm di turno presso le camere di sicurezza della caserma falconarese. Arresto convalidato questa mattina con l’obbligo giornaliero di presentazione alla pg.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X