facebook rss

Festività pasquali, il prefetto
rafforza gli apparati di sicurezza

ANCONA - Verranno pianificati servizi di vigilanza e controllo degli obiettivi sensibili, con particolare attenzione ai luoghi connotati da superiore afflusso di persone, quali le aree dove sono ubicate chiese, santuari e i luoghi di culto
giovedì 11 Aprile 2019 - Ore 17:39
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Festività pasquali e ponte del 25 aprile: il prefetto ordina di rafforzare i sistemi di sicurezza in tutta la provincia. Oggi, si è tenuto presso il Palazzo del Governo, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Alla riunione hanno partecipato i vertici delle Forze di Polizia, i Dirigenti della Polizia Ferroviaria e Stradale, il Vice Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, il Vice Comandante della Capitaneria di Porto, un rappresentante dell’Autorità di sistema portuale, il Presidente della Provincia , l’Assessore alla sicurezza del comune di Ancona e i vertici dell’aliquota di militari assegnati al territorio provinciale. Nel corso dell’incontro è stata svolta un’ approfondita analisi della situazione della sicurezza nel territorio provinciale, al fine di garantire l’ordinato e sereno svolgimento delle prossime festività pasquali e del periodo immediatamente successivo del 25 aprile e 1° maggio. Il Prefetto ha invitato le Forze dell’Ordine a rafforzare il sistema di sicurezza per le cerimonie religiose previste sul territorio, anche in chiave di prevenzione antiterrorismo. Verranno al riguardo pianificati servizi di vigilanza e controllo degli obiettivi sensibili, con particolare attenzione ai luoghi connotati da superiore afflusso di persone, quali le aree ove sono ubicate chiese, santuari e i luoghi di culto. Analoga attenzione verrà destinata al Porto di Ancona ove, nel periodo in considerazione, è previsto l’incremento del traffico di passeggeri. Verranno intensificati, altresì i controlli stradali nel capoluogo, nonché sull’autostrada A14 e su tutte le principali arterie che collegano la città di Ancona con le zone costiere. Nelle stazioni ferroviarie e sui treni sono previsti controlli sui passeggeri e sui bagagli anche con l’ausilio di unità cinofile. I rappresentanti delle Forze dell’Ordine hanno assicurato una intensificazione dei servizi di controllo del territorio anche con riguardo ai reati predatori.  Nel concorso per il controllo del territorio, potrà essere impiegata l’aliquota di militari, pari a 15 unità, il cui apporto si è nel tempo confermato valido.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X