facebook rss

Edilizia, misure
per incentivare il recupero

JESI - Il Comune di Jesi ha ampliato la gamma delle agevolazioni per favorire non solo la ristrutturazione ma anche piccoli ampliamenti di edifici. Attesa l'approvazione del Consiglio comunale
Print Friendly, PDF & Email

Sarà portato all’approvazione del prossimo Consiglio comunale di Jesi un pacchetto di misure per incentivare il recupero del patrimonio edilizio esistente, favorendo non solo la ristrutturazione ma anche piccoli ampliamenti di edifici. L’occasione la fornisce l’aggiornamento quinquennale degli oneri di urbanizzazione, provvedimento che l’Area Servizi Tecnici ha predisposto con l’obiettivo di ampliare la gamma di agevolazioni. Nel determinare i nuovi contributi di costruzione, infatti, ci si è avvalsi della facoltà data dalla norma di procedere a delle riduzioni. “E così, nel proporre al Consiglio comunale di mantenere le tariffe precedenti, adeguate all’indice Istat obbligatorio per legge,- sottolinea un comunicato del Comune di Jesi – si conferma la riduzione del 20% degli oneri per gli interventi di ristrutturazione ad edifici già esistenti in tutta la città, percentuale che sale al 40% se l’intervento è effettuato in un edificio del centro storico. Non solo: per la prima volta viene estesa la medesima percentuale di riduzione (20% in città, 40% nel centro storico) anche a modesti ampliamenti di edifici, nella misura massima del 20%. Con ciò si facilità anche l’applicazione del cosiddetto Piano Casa introdotto negli anni scorsi che consente appunto l’ampliamento degli edifici già presenti nel territorio urbano, proprio con l’obiettivo di ridurre altrove ulteriore consumo di suolo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X