facebook rss

Non solo tuffi a Portonovo,
ecco l’estate culturale della baia
Ma c’è il nodo navetta

ANCONA – In calendario gli appuntamenti con "Onde di note" e poi i documentari sui personaggi storici delle Marche: Pannaggi, Annibal Caro, Matteo Ricci. L'appello di Italia Nostra: «Prolungare alle 23 l'orario del bus». Da Pasqua, la chiesta di Santa Maria apre le porte ai visitatori
sabato 13 Aprile 2019 - Ore 18:22
Print Friendly, PDF & Email

La chiesa di Santa Maria di Portonovo.

 

di Martina Marinangeli

Concerti, documentari e rassegne fotografiche nella magica cornice della chiesetta di Santa Maria a Portonovo. L’estate della baia non passa solo da tuffi, relax e party, ma si articola anche in una serie di eventi culturali che, da giugno a settembre, ne animeranno il cartellone. A fare da trait d’union alle varie iniziative – una trentina in tutto – è Italia Nostra Ancona, che questa mattina ha presentato il programma insieme ai curatori, dando un aggiornamento anche sui nuovi orari di visita della chiesetta, pronta ad aprire le porte a turisti e curiosi dal giorno di Pasqua. Le domeniche sarà possibile accedervi dalle 9 alle 12, mentre dal mercoledì al sabato dalle 16,30 alle 19,30 (fino a metà giugno, il venerdì sarà aperta dalle 9,30 alle 12,30 anziché nell’orario pomeridiano, per le visite scolastiche). Nodo ancora da risolvere, la questione viabilità e parcheggio, che ogni anno comporta un far west di macchine e sosta selvaggia. «Non è possibile che a Portonovo già dalle 19 non ci siano più navette – l’osservazione del presidente di Italia Nostra Ancona, Maurizio Sebastiani –. Lanciamo un appello al Comune affinché venga prolungato il servizio almeno fino alle 23».

MUSICA – Ritorna anche quest’anno, con la terza edizione, il programma musicale «Onde di Note» curato dall’associazione Zona Musica. Si tratta di 13 date, scandite da quattro itinerari tracciati sulle note: «Dal Mare il canto» animerà le domeniche di aprile e maggio con le armonie corali, mentre «Una chiesa tra le onde», con l’esibizione di giovani musicisti e performance pensate per i bambini, occuperà il cartellone di giugno. Per i mercoledì di luglio, il tema sarà quello de «La corda e il soffio», con la musica che spazierà dai generi antichi al jazz. Agosto chiuderà il cerchio con la rassegna «Nel raggio della musica», che prevede sia il concerto all’alba (15 agosto, alle 6), che quello al tramonto (28 agosto, alle 19) per valorizzare la struttura della chiesa attraverso la luce solare. Per il «concerto sotto le stelle» del 21 agosto, alle 21,30, saranno presenti anche esperti dell’osservatorio astronomico.

DOCUMENTARI E FOTOGRAFIA Alla musica si affiancano poi la storia e la cultura, con i documentari del regista e docente dell’Accademia di belle arti di Macerata, Massimo Angelucci Cominazzini, su personaggi storici delle Marche. Si parte il 29 maggio con Ivo Pannaggi e Casa Zampini, dedicato al futurista e alla casa-mostra che allestì a Esanatoglia. Il 12 giugno toccherà ad Annibal Caro, umanista che tradusse l’Eneide nel ‘500, mentre il 7 agosto sarà la volta di Padre Matteo Ricci, il gesuita che portò il cristianesimo in Cina. Una data di luglio, ancora da stabilire, sarà riservata al documentario su Pietro Paolo Floriani, l’ingegnere militare che costruì le mura di Malta. La rassegna fotografica sarà curata da Maurizio Bolognini, con sei appuntamenti serali in date ancora da definire.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X