facebook rss

Ballottaggio Osimo,
Confcommercio organizza
il primo confronto tra i due sfidanti

IL DOPO VOTO – Il faccia a faccia tra Dino Latini e Simone Pugnaloni è stato organizzato dall’associazione di categoria per il prossimo il 5 giugno alle 14 e 45 nella Sala Maggiore del Comune
Print Friendly, PDF & Email

La Sala Maggiore del Comune di Osimo con il pubblico che attende il risultato dello scrutinio

 

A distanza di 24 ore dal responso delle urne è già stato organizzato il primo confronto tra i due candidati sindaco di Osimo alla sfida del ballottaggio. Il secondo turno ad Osimo era nell’aria e le urne hanno confermato quella che prima del voto era una sensazione diffusa per cui ora sarà corsa a due per la poltrona di sindaco del Comune. I risultati del primo turno ci hanno quindi consegnato un verdetto ancora in bilico e ad uscire vincenti dalle urne sono risultati Dino Latini (Liste Civiche) con il 34,95% e Simone Pugnaloni (Pd) con il 28,74% che ora si scontreranno al secondo passaggio elettorale per arrivare all’attesa proclamazione del primo cittadino osimano.

Dino Latini (liste civiche)

«Confcommercio Marche Centrali – si legge in una nota ufficiale – vuole continuare la sua azione di stimolo e di proposizione nella corsa all’elezione del sindaco di Osimo ed ha organizzato un confronto pubblico tra i candidati che si terrà mercoledì 5 giugno prossimo alle ore 14.45 nella Sala Maggiore del Comune di Osimo, nel corso del quale saranno approfonditi i temi già affrontati nei giorni precedenti al primo turno. Confcommercio Imprese Marche Centrali ha lanciato infatti una nuova modalità di confronto con i sette candidati a sindaco di Osimo attraverso un documento nato dal confronto e dalla condivisione delle tematiche più sentite dagli operatori».

Simone Pugnaloni (Pd-centrosinistra)

Secondo Confcommercio le questioni che sono state toccate nel documento, e alle quali i candidati a sindaco hanno risposto in maniera diffusa, «sono quelle cruciali per lo sviluppo del territorio osimano tra cui la Viabilità, la Valorizzazione e decoro del centro urbano, il Sistema di tassazione locale, la Sicurezza, la Situazione parcheggi, la Valorizzazione culturale e l’Attrattività turistica. Un ulteriore confronto a due in vista del ballottaggio potrebbe essere molto utile per focalizzare le questioni già toccate e per avere ulteriori indicazioni su quelle che saranno le linee di sviluppo nel Terziario territoriale che comprende il Commercio, il Turismo e i Servizi. Si tratta, vale la pena ricordarlo ancora una volta, di un comparto molto rilevante per l’economia del nostro territorio per questo è importante che i candidati al ballottaggio accettino l’invito di Confcommercio Marche Centrali e decidano di affrontarsi prima del voto nelle modalità che saranno condivise con l’Organizzazione».

Print Friendly, PDF & Email


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X