facebook rss

Un accordo interforze
per combattere l’evasione fiscale

ANCONA - Questa mattina la sottoscrizione del protocollo tra la Finanza, la procura e l'Agenzia delle Entrate
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra Amendola, Iavagnilio, Garulli e Sottani

 

Nella giornata odierna, nella sede della Procura Generale, alla presenza del Procuratore Generale, Dott. Sergio Sottani, il Procuratore della Repubblica di Ancona, Dott.ssa Monica Garulli, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Ancona, Gen. B. Vincenzo Amendola, insieme al Direttore Provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Ancona, Dott.ssa Rosanna Iavagnilio, hanno siglato un protocollo d’intesa finalizzato a rafforzare la collaborazione istituzionale per il contrasto delle forme più gravi di evasione fiscale punite dalla legge come reato. L’intesa mira ad incrementare l’efficacia complessiva e la tempestività dell’azione di contrasto alle frodi fiscali e ai reati tributari in materia d’imposte sui redditi e IVA, ottimizzando il raccordo tra le procedure di verifica fiscale, il successivo accertamento dei tributi, ivi compresa l’eventuale attivazione di speciali procedure di adesione o conciliative, e le indagini penali concernenti i reati in materia tributaria. Con l’accordo odierno, viene altresì favorito e semplificato il flusso informativo, anche mediante l’utilizzo di procedure informatizzate, con l’obiettivo di individuare più agevolmente coloro che frodano il Fisco e favorire l’aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati, attraverso l’istituto del sequestro per equivalente e successiva confisca dei beni di valore corrispondente alle imposte evase. Sono state anche delineate specifiche procedure mirate ad incidere ulteriormente sulla tassazione dei proventi derivanti dallo svolgimento di attività illecite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X