facebook rss

Movida in stallo, annullato
il Summer season opening party
al Conero Golf Club

SIROLO – Dopo aver dato l'ok all'evento lo scorso 3 maggio, il Comune ha ritirato l'autorizzazione a due giorni dall'evento previsto per domani perché vuole riesaminare il progetto con la Commissione di vigilanza. Sartarelli (E20 divertenti): «non sappiamo più cosa pensare. Il provvedimento è palesemente illegittimo». Rubini (Aic): «trionfo della burocrazia senza logica»
venerdì 7 Giugno 2019 - Ore 14:56
Print Friendly, PDF & Email


 

di Martina Marinangeli

Non solo Ancona. Il problema della movida intrappolata nelle maglie della burocrazia – e con i controlli diventati sempre più stringenti dopo la tragedia della Lanterna Azzurra di Corinaldo – ha valicato i confini del capoluogo, che alla questione ha dedicato addirittura una seduta aperta del Consiglio comunale lo scorso mese, per raggiungere anche Sirolo, perla estiva della riviera del Conero. È stato infatti annullato l’evento del Summer season opening al Conero Golf Club previsto per domani  e realizzato ogni estate, negli ultimi 12 anni, dall’organizzazione E20 divertenti. Dopo aver dato l’ok ufficiale lo scorso 3 maggio, il Comune ha revocato ieri (6 giugno) l’autorizzazione perché vuole riesaminare il progetto con la Commissione di vigilanza. «La revoca di un’autorizzazione che ci viene rilasciata da ben 12 anni ci è stata comunicata ieri alle 18 tramite pec – fa sapere Alessandro Sartarelli, di E20 divertenti –, dunque a due giorni dalla data dell’evento.

Alessandro Sartelli

Il provvedimento di revoca, a parere dei nostri legali, è palesemente illegittimo nei suoi contenuti, tempi e modalità. Come tutti gli anni, avevamo depositato la richiesta per poter organizzare il party già il 15 aprile, non sappiamo più cosa pensare. Oggi abbiamo imparato una cosa: anche con la licenza in mano, non è detto che un evento te lo facciano poi organizzare davvero. Comprendiamo tutto e ci rimettiamo alle ulteriori verifiche richieste, per quanto riteniamo che secondo logica queste dovrebbero essere effettuate prima di rilasciare un’autorizzazione e sopratutto, visto il tempo decorso, non a due giorni dalla data dell’evento. Siamo sempre stati molto attenti – sottolinea Sartarelli –, a maggior ragione dopo Corinaldo: per questo, come da prassi, abbiamo atteso il rilascio della licenza prima di uscire con la promozione dell’evento, ma oggi non è più sufficiente neanche questo». Nella pagina Facebook dell’evento, gli organizzatori puntano inoltre l’accento sul fatto che «a nulla sono valsi gli incontri con il comune di Sirolo per trovare una soluzione ed evitare di cancellare un evento programmato da oltre un mese. Siamo profondamente sconcertati e rammaricati per l’accaduto, ci auguriamo che il buon senso prevalga per potervi far vivere in futuro altre serate meravigliose sotto le stelle del Conero Golf Club». Sulla questione interviene anche il consigliere comunale dorico Francesco Rubini (Altra Idea di città), da sempre molto attento alla questione della movida: «annullata una festa che si organizzava con le stesse modalità da più di dieci anni – scrive sul suo profilo Fb –.Siamo di fronte al trionfo della burocrazia e della repressione, senza alcuna logica».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X