facebook rss

Stop della Regione
alle scogliere emerse,
un incontro in Comune

MONTEMARCIANO - Lunedì mattina in municipio il sindaco Damiano Bartozzi chiamerà gli operatori del Lungomare per un confronto sulla situazione e sulle soluzioni da adottare
Print Friendly, PDF & Email

Una violenta mareggiata sul lungomare Buglioni di Marina di Montemarciano

di Talita Frezzi

Stop della Regione alle scogliere emerse: lunedì alle 10 in Municipio gli operatori del lungomare Buglioni incontreranno il sindaco di Montemarciano Damiano Bartozzi e il comandante della Guardia costiera di Senigallia per fare il punto sulla situazione. La delibera di giunta regionale (n.675 del 10/06/2019 concernente la L.R. 46/92 “Piano di Gestione Integrata delle Zone Costiere – Piano GIZC)” in cui si chiedeva “la realizzazione di scogliere emerse integrate da ripascimenti per i tratti dal transetto 277 al transetto 283 (limite nord pennelli esistenti)” non è stata accolta dalla Giunta regionale perché, come si legge nel documento, “una eventuale prosecuzione verso nord di nuove opere rigide provocherebbe il “classico effetto domino” spostando la zona di transizione/erosione più a nord. Per questo motivo la proposta di ripascimento di cui sopra rappresenta la soluzione meno impattante anche attraverso una costante manutenzione volta a bilanciare i naturali squilibri prodotti nel tempo dalle correnti long-shore”.

Fa discutere non poco la delibera della giunta regionale ed è lo stesso sindaco Damiano Bartozzi a esprimere per primo la preoccupazione per gli chalet e i locali del lungomare. «Apprendiamo con grande preoccupazione la decisione da parte della Giunta regionale di non accogliere alcune osservazioni formalizzate mesi fa dalla precedente amministrazione comunale e condivise con il Comitato Ultima Spiaggia – Lido del Fratino e O.A.S.I. Confartigianato. La situazione del nostro lungomare è diventata sempre più critica negli ultimi anni. Sono nato a Marina di Montemarciano e ho assistito fin da ragazzo a tutti gli esperimenti tentati per salvare il lungomare dall’erosione, ma sono stati tutti un fallimento. Quando d’inverno arriveranno le onde di maestrale gli chalet e i locali che insistono sul lungomare saranno a rischio, un disastro annunciato per tutti quegli operatori che hanno investito e che lavorano sul lungomare. L’unica soluzione sono le scogliere emerse. Lunedì spero che saranno tanti gli operatori a partecipare – continua il sindaco – il mio obiettivo è farli sedere attorno a un tavolo e creare un fronte comune per ottenere la salvaguardia del nostro lungomare. Mi farò portavoce del loro malcontento, andrò in Regione a parlare con Ceriscioli e con l’assessore competente per chiedere una soluzione definitiva al problema. L’attenzione al nostro lungomare non deve venir meno, anzi occorrono interventi urgenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X