facebook rss

Arresto cardiaco in sala d’attesa,
45enne rianimato al Pat di Loreto

L'INTERVENTO questa notte al Punto di assistenza territoriale del nosocomio della Santa Casa, riconvertito in ospedale di comunità. L'uomo si è sentito male dopo aver lamentato un dolore alla spalla. Provvidenziale l'intervento degli infermieri e del medico di guardia per salvargli la vita
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio dell’ospedale di Loreto

 

Si presenta al Pat (punto di assistenza territoriale) di Loreto, lamentando un dolore alla spalla. Viene fatto accomodare in sala d’attesa, ma all’improvviso il suo cuore smette di battere. Ci sono voluti il defibrillatore e le manovre rianimatorie operate dagli infermieri e dal medico di guardia per salvare la vita a un macedone di 45 anni. L’uomo è stato ricoverato in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione dell’ospedale di Macerata. L’intervento degli operatori si è verificato questa attorno attorno alle 2 in quello che è diventato un punto assistenziale dopo il passaggio del nosocomio di Loreto a ospedale di comunità. Un ridimensionamento che ha tolto la presenza di un vero e proprio pronto soccorso per lasciare il posto a una sorta di infermeria, dove di giorno c’è il medico dell’ospedale e di sera l’assistenza è garantita dalla guardia medica e dal personale del 118. La struttura non potrebbe trattare codici di massima gravità. L’emergenza è scattata dopo che il macedone era stato fatto accomodare in sala d’attesa per un dolore che lamentava alla spalla. Mentre stava attendendo il suo turno, l’uomo è andato in arresto cardiaco per un presunto infarto. A quel punto, sono scatti i soccorsi con  gli infermieri presenti che hanno iniziato il massaggio cardiaco. Con la guardia medica e gli operatori del 118 è stato poi utilizzato il defibrillatore, facendo ripartire il cuore al 45enne. L’uomo è stato trasferito con la massima urgenza all’ospedale di Macerata. E’ ricoverato in Rianimazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X