facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Incidente con la bombola d’ossigeno,
operaio ustionato al porto

ANCONA - I soccorsi sono scattati attorno alle 13 in via Vanoni per un 48enne che stava ricaricando delle bombole. Trasportato al pronto soccorso, non è in pericolo di vita
Print Friendly, PDF & Email

La Croce Gialla al porto (foto d’archivio)

 

Incidente al porto: operaio ustionato mentre stava riempendo delle bombole di ossigeno. L’uomo, 48 anni, ha riportato delle lesioni a livello delle braccia, delle mani e del collo. Trasferito al pronto soccorso di Torrette, non è in pericolo di vita. I soccorsi sono scattati attorno alle 13, in una ditta di via Vanoni.  Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente. Stando a una primissima ricostruzione, sembra che l’operaio stesse armeggiando delle bombole, riempendole con l’ossigeno. Una fuoriuscita della sostanza avrebbe innescato una reazione, finendo con l’ustionare il 48enne. L’uomo è stato portato in ospedale da un’ambulanza della Croce Gialla. Si tratta dell’ennesimo incidente al porto, dopo la morte di Luca Rizzeri, agente marittimo colpito alla schiena dalla cima di una nave, e dopo la caduta al cantiere navale di un operaio che stava lavorando su un’imbarcazione.

Tragedia al porto, indagato il comandante della nave

Incidente al porto, operaio cade in mare: gravissimo

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X