facebook rss

Perseguitata e sequestrata,
arrestato il compagno

MACERATA - Ai domiciliari un 25enne. Ieri la polizia è intervenuta in una casa del centro per una lite. Gli agenti hanno trovato una ragazza in lacrime che ha raccontato di come il fidanzato la costringesse a rimanere con lui con la forza. Il giovane ha dato in escandescenze all'arrivo dei poliziotti e ha cercato di colpirli
giovedì 11 Luglio 2019 - Ore 14:35
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Perseguita la compagna, la costringe a restare in casa quando lei decide di andarsene: nei guai un 25enne che è finito in manette ieri dopo che la polizia era intervenuta in seguito ad una lite. I fatti si sono svolti a Macerata. Gli agenti della volante sono intervenuti in un appartamento del centro dove era stata segnalata una lite tra un uomo e una donna. In casa c’erano un egiziano di 25 anni, e la compagna, una 21enne, entrambi residenti in provincia di Ancona. Gli agenti hanno trovato la ragazza in lacrime. La 21enne ai poliziotti ha spiegato che tra lei e il compagno c’era stata una lite furibonda. La ragazza poi ha chiesto di allontanare il giovane da casa. Il 25enne a quel punto ha iniziato a inveire contro la ragazza e gli agenti che lo hanno portato fuori. Il 25enne poi ha iniziato a urlare sulle scale ed è tornato indietro e ha cominciato a colpire la porta dell’appartamento. Gli agenti, con l’aiuto di una pattuglia della polizia locale che nel frattempo è arrivata sul posto, hanno allontanato il 25enne dal palazzo e accompagnato fuori la ragazza facendola salire sulla volante. Finita? No. Il 25enne a quel punto si è avvicinato all’auto e ha iniziato a tirare pugni contro il finestrino della vettura della polizia. Gli agenti lo hanno bloccato, e questo ha cercato di colpirli con pugni e calci, continuando ad urlare e insultare la ragazza. E’ stato bloccato e portato in questura. La 21enne ha poi denunciato di aver vissuto un periodo di violenze e intimidazioni ripetute nel tempo da parte del 25enne. Ha detto inoltre di aver tentato di andarsene dalla casa del compagno ma che questo ogni volta la fermava e la costringeva, con la forza e le minacce, a restare da lui. In seguito al racconto della ragazza, il giovane è stato arrestato e si trova ai domiciliari nella sua casa in provincia di Ancona. All’indagine partecipa anche la Squadra mobile.

</

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X