facebook rss

Sigilli al Caracas Cafè,
veranda sequestrata: «E’ abusiva»

FALCONARA - Questa mattina l'arrivo della Capitaneria di Porto in uno degli chalet più frequentati del litorale per mettere i sigilli di sequestro al loggiato di fronte al bar nell'ambito di un'inchiesta portata avanti dal procuratore aggiunto D'Agostino
Print Friendly, PDF & Email

Sigilli di sequestro al Caracas Cafè di Falconara, ‘impacchettata’ la veranda in spiaggia. Per la procura si tratterebbe di un manufatto abusivo. L’operazione della Capitaneria di Porto è scattata questa mattina e ha interessato uno degli chalet più frequentati della costa falconarese. All’origine, un’inchiesta portata avanti dal procuratore aggiunto Valentina d’Agostino per dei presunti abusi edilizi. Secondo le contestazioni, la veranda di legno, assieme alla pavimentazione, sarebbe stata installata senza le dovute autorizzazioni. E’ per questo, che il loggiato – dove c’erano tavolini e sedie per mangiare e gustarsi un drink – è stato sigillato e messo fuori uso. Si tratta di un sequestro preventivo per il reato di abuso edilizio sul demanio marittimo. Stabilimento e bar rimangono comunque funzionanti. Tutta l’amarezza del gestore dello chalet, Simone Vannini: «Non ho parole. Probabilmente il sequestro è scattato a seguito di una segnalazione da parte di qualcuno. Dicono anche che la veranda risulta essere pericolosa, ma con il maltempo dei giorni scorsi non s’è mossa di una virgola». Domani sera è in programma un evento con la collaborazione di Radio Arancia: «Vedremo come muoverci per le iniziative estive. Dobbiamo ancora organizzarci».

(foto di Giusy Marinelli)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X