facebook rss

Tentano la truffa dello specchietto,
messi in fuga da nonno detective

SENIGALLIA - Due tentativi di raggiro in altrettanti giorni: ieri i malfattori sono stati messi in fuga da un anziano. Stamattina da un uomo che ha minacciato di allertare la polizia locale
Print Friendly, PDF & Email

Truffa dello specchietto

 

Una coppia di truffatori tenta di abbindolare un anziano con la classica truffa dello specchietto. Ma quei due malfattori – un uomo e una donna – sono dovuti scappare via trovandosi davanti non un anziano inerme ma un ‘nonnetto’ con i riflessi pronti che ha subito capito cosa doveva fare: chiamare il 112. Il fatto è accaduto ieri in via Podesti nei pressi del distributore di carburante Ip e a raccontarlo sulla pagina social “Segnalazioni e furti Senigallia” è stato il nipote dell’anziano. Lo fa con una punta d’orgoglio per quel suo nonno detective che, sebbene sia stato seguito fino a casa dai truffatori a bordo di una Renault Clio bianca con lo specchietto rotto e nonostante le richieste insistenti di pagamento del danno, non si è lasciato suggestionare e ha minacciato di chiamare i carabinieri. A quel punto i banditi sono scappati. L’anziano ha riferito che i due avessero un’inflessione del sud Italia. Sembra che l’auto fosse ferma a bordo strada quando hanno notato il nonnetto passare e quindi, scelto come vittima, lo hanno seguito.
Sembra che la stessa coppia avesse già tentato la truffa la settimana prima ai danni di una donna, nei pressi del piazzale della Chiesa della Pace. Un altro tentativo di truffa dello specchietto è stato attuato questa mattina poco prima di pranzo a Borgo Bicchia. Stavolta ad agire, un uomo e una donna insieme a un bambino su una Alfa Mito di colore bianco. Hanno provato a chiedere denaro per il presunto specchietto spaccato in manovra a un uomo, che sicuro di non aver fatto alcun danno, ha detto che avrebbe chiamato i vigili urbani e tanto è bastato per far scappare i truffatori.
(tafre)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X