facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Torneo di biliardino umano:
l’Avis ricorda Gianni Sturba

SPORT - Si è conclusa sabato scorso la terza edizione dell'evento sportivo organizzato delle associazioni comunali di Numana, Sirolo e Camerano ed intitolato al volontario che è stato l'anima di questa iniziativa
Print Friendly, PDF & Email

 

Si è conclusa sabato scorso la terza edizione del Torneo di biliardino umano organizzato delle Avis comunali di Numana, Sirolo e Camerano ed intitolato a Gianni Sturba, volontario dell’Avis che è stato l’anima di questa iniziativa e tra i principali promotori della manifestazione. «Di fronte ad un numeroso pubblico, si sono svolte le partite della fase finale del torneo; le semifinali che vedevano di fronte le finaliste dello scorso anno, Old wild team e Avis Camerano, e nell’altro match i Perso a Tavolino contro Le coppie e non. – racconta l’Avis Camerano – Dopo due combattutissime partite Old wild Team e Perso a Tavolino, hanno avuto la meglio sui rispettivi avversari e sono quindi volati in finale, mentre Avis Camerano e Le coppie e non, hanno disputate la finale di onore per il 3° e 4° posto in cui questi ultimi hanno prevalso sulla squadra dell’Avis cameranese. Nella finale per il 1° e 2° posto invece dopo una vibrante sfida, i Perso a tavolino hanno conquistato meritatamente la vittoria ai danni dei campioni uscenti dell’Old wild Team che quindi non sono riusciti a portarsi a casa il trofeo per la terza volta consecutiva».

Gli organizzatori ringraziano, tra gli altri, i sindaci di Numana e Sirolo, Gianluigi Tombolini e Filippo Moschella e l’assessore allo sport del Comune di Camerano Marco Principi «oltre agli sponsor che ci hanno aiutato a realizzare questo progetto e a tutti i volontari di Sirolo, Numana e Camerano. Ma sopratutto un grosso ringraziamento va a tutti i partecipanti e alle squadre che hanno giocato con fair play e con la voglia di divertirsi che alla fine era il motivo per cui questo evento era stato creato, oltre a quello di sensibilizzare tutti ad avvicinarsi alla donazione di sangue».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X