facebook rss

Candidature per le Partecipate,
Bordoni: «Nel bando manca
l’avviso per l’amministratore Tpl»

OSIMO - La consigliera comunale delle Liste civiche chiede spiegazioni. L'ex amministratore unico della società che gestisce il trasporto pubblico locale per conto del Comune è stato eletto consigliere comunale e secondo l'esponente dei movimenti civici «c'è incompatibilità tra le due cariche e non potrebbe continuare a firmare gli atti da amministratore in regime di prorogatio»
Print Friendly, PDF & Email

La consigliera comunale Monica Bordoni (liste civiche)

 

Scadrà lunedì prossimo, 22 Luglio l’avviso pubblicato dal Comune di Osimo per selezionare i profili di candidati da inserire nei Cda di tre delle diverse società partecipate all’ente locale. La scelta finale spetterà al sindaco Simone Pugnaloni sulle nomine. Gli aspiranti amministratori possono concorrere per gli incarichi dei tre componenti del Cda, tre membri effettivi del collegio sindacale e i tre supplenti della Osimo Servizi, società partecipata al 100% dal Comune di osimo che gestice parcheggi, trasporto scolastico e maxi parcheggio. Con il bando però si ricercano anche il presidente della Fondazione Bambozzi e i tre componenti del Cda della Asso, uno dei quali sarà poi eletto presidente. Non è sfuggito alla consigliera comunale di minoranza, Monica Bordoni, l’assenza tra le figure ricercate nel bando di selezione di quella dell’amministratore unico di Tpl, la newCo. di Osimo Servizi che gestisce il trasporto pubblico locale per conto del Comune di Osimo. Per questo ed altri passaggi dell’avviso di selezione che le erano poco chiari, ieri la consigliera del gruppo Liste civiche ha provato a chiedere invano spiegazioni negli uffici di palazzo comunale.

«Le domande che volevo porre e pongo sono le seguenti: Per la Osimo Servizi, l’avviso pubblico è per 3 componenti del Cda , 3 collegio sindacale e 3 membri supplenti? La nomina del Presidente è compresa nei 3 componenti? In quanto non indicato esplicitamente indicato nell’avviso pubblico? – scrive sui social media Monica Bordoni – Per la Asso, l’avviso pubblico è solo per i 3 membri del CdA, in questo caso invece viene ben precisato di cui n. 1 Presidente? Per il collegio sindacale la cui nomina è di competenza del CdA , la scelta come avviene? Ci sarà un altro bando? Per la Fondazione Bambozzi, l’avviso pubblico è solo per il Presidente (e qui nomina è davvero curiosa ma qui soprassiedo) in quanto gli altri componenti del Cda si nominano in consiglio comunale? Con quale criteri vengono nominati , ci sarà un altro bando?». La consigliera Bordoni si domanda inoltre  «perchè non c’è l’avviso pubblico per la nomina del nuovo amministratore Unico della Tpl? Dopotutto è il più urgente in quanto lo stesso è dimissionario (almeno sembrerebbe, e Luna Massimo siede in Consiglio comunale pertanto non può continuare a firmare gli atti, c’è incompatibilità e non potrebbe continuare a firmare gli atti da amministratore. Lo stesso statuto non prevede nessun prorogatio per l’amministratore unico della società partecipata».

Commissioni consiliari: polemiche incrociate tra le opposizioni

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X