facebook rss

Dal Pakistan a Senigallia
con ovuli di eroina in corpo:
corriere arrestato in aeroporto

OPERAZIONE - I poliziotti della Squadra Mobile e del Commissariato sono arrivati fino a Malpensa per bloccare un giovane pakistano che, secondo l'ipotesi investigativo, era diretto in riviera per smerciare almeno due etti di droga
Print Friendly, PDF & Email

La radiografia che mostra gli ovuli

 

Blitz della polizia all’aeroporto di Malpensa: arrestato un corriere della droga. Si tratta di un 25enne pakistano che aveva ingoiato ovuli di eroina diretti, secondo l’ipotesi investigativa, a Senigallia. L’operazione condotta dalla Squadra Mobile di Ancona e dal Commissariato di Senigallia, città dove dimora lo straniero, è scattata nel primo pomeriggio di ieri.  Le indagini sono scaturite dall’intensa attività preventiva e repressiva da parte degli investigatori della Polizia di Stato finalizzata al contrasto e alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, anche in vista dell’imminente arrivo di numerosi turisti sulla riviera adriatica.  Le attività info-investigative hanno permesso di ricostruire una rete di cittadini pakistani, prevalentemente richiedenti asilo politico, che nell’ultimo periodo hanno effettuato numerosi viaggi nel paese di origine. La circostanza di questi continui spostamenti ha insospettito gli agenti, spingendoli ad attendere che alcuni pakistani rifacessero rientro in Italia. Determinante per l’individuazione del canale di approvvigionamento dell’eroina è stato l’arresto di un altro pakistano e il conseguente sequestro di un ingente quantitativo di eroina avvenuto all’inizio di luglio a Senigallia nonchè due presunti episodi di overdose da oppiacei verificatesi nello stesso territorio. Nelle prime ore del pomeriggio di ieri, all’aeroporto di Malpensa, i poliziotti della Squadra Mobile e del Commissariato di Senigallia, coadiuvati dai colleghi della Squadra Mobile di Varese, hanno atteso l’arrivo da Doha del 25 pakistano.  Appena sceso dal velivolo è stato sottoposto a un primo controllo che ha dato esito positivo: nella tasca dei pantaloni c’era un grammo di eroina. Il giovane è stato sottoposto in ospedale all’esame radiografico all’addome che ha mostrato la presenza di involucri di droga. Finora, ne sono stati trovati 22. L’uomo è stato arrestato. Da una prima ed approssimativa stima, il quantitativo contenuto in ciascun ovulo, si aggirerebbe intorno agli 8/10 g di droga. Si stima, pertanto, che lo stupefacente  avrebbe fruttato sul mercato senigalliese una cifra attorno ai 7mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X