facebook rss

Ordinanza ‘anti pipì’, Lega:
«Troppo rigida, va modificata»

ANCONA – Il gruppo consiliare del Carroccio ha depositato oggi una mozione che punta a correggere il tiro del tanto discusso atto sindacale sulla pulizia delle deiezioni liquide canine, individuando «in maniera più limitata e puntuale le zone su cui far valere tale obbligo»
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Mozione della Lega per aggiustare il tiro della tanto discussa ordinanza sindacale sull’immediata pulizia delle deiezioni liquide canine negli spazi urbani. I consiglieri comunali del Carroccio Marco Ausili, Maria Grazia De Angelis e Antonella Andreoli hanno depositato stamattina  il documento per «riportare un po’ di buonsenso sull’argomento. L’ordinanza – scrivono in una nota – interpreta in maniera troppo generalizzante, rigida e gravosa la mozione passata in Consiglio (approvata lo scorso 18 marzo, su proposta dei Verdi, ndr) sui principi di decoro delle aree pedonabili che condividiamo». L’ordinanza infatti dispone la pulizia delle deiezioni liquide su tutte le aree urbane pubbliche o ad uso pubblico e relativi manufatti e sulle aree private che si affacciano su aree pubbliche o ad uso pubblico, nonché sui mezzi di locomozione parcheggiati su pubblica via, suggerendo di condurre gli animali in modo da ridurre il più possibile il rischio che possano produrre deiezioni in generale, avvertendo la possibilità di sanzioni da euro 77 a euro 500. Con la propria mozione, invece, la Lega propone di «individuare in maniera più limitata e puntuale le zone su cui far valere tale obbligo, di eliminare ogni ipotesi di limitazione agli spostamenti sul territorio comunale per chi conduce un cane e di verificare la possibilità di attenuare le sanzioni applicabili».

Deiezioni canine, scatta l’ordinanza per il decoro urbano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X