facebook rss

Ancora un ko per la movida,
chiude il Mood Club

ANCONA - Tegola per la vita notturna dorica che deve dire addio al locale di via del Castellano inaugurato a novembre 2018 sotto la direzione degli ex gestori del Sui
martedì 10 Settembre 2019 - Ore 21:20
Print Friendly, PDF & Email

Il Mood Club

 

Ancona perde una pedina fondamentale della movida: il Mood Club non può riaprire. All’appello mancherebbe il certificato di collaudo sismico, elemento necessario per poter riavviare l’attività di via del Castellano, gestita da Alessandro Coen e Aryan Moaddab, ex anime del Sui Club, da poco passato nelle mani di Nicolas Mobili e Cristiano Ferri con il nome di Rio Club. La notizia della chiusura  è stata ufficializzata questo pomeriggio con un post pubblicato sulla pagina Facebook del locale inaugurato poco meno di un anno fa: «La direzione del MOOD CLUB, data la mancata presentazione da parte della proprietà del certificato di collaudo sismico del locale alle autorità, come da richiesta della commissione convocata a febbraio 2019 , è spiacente di comunicare che, nonostante abbia provato in tutti i modi a risolvere la questione, si è dovuto arrendere e sarà costretto a tenere chiuso, almeno per il momento, il locale». Il certificato ha un costo che oscilla tra i 15 e i 20 mila euro. «Purtroppo – ha commentato Coen – non siamo riusciti a trovare un accordo con la proprietà (la famiglia Baldini, titolari del ristorante ‘Baldì’, ndr). Non possiamo far altro che chiudere». La proprietà del locale ha fatto sapere che con la gestione del Mood il contratto di locazione risulta ad oggi risolto per questioni che nulla hanno a che fare con il certificato.  Con il Mood fuori dai giochi, ad Ancona rimane una sola discoteca: il Rio Club di Marina Dorica.

Il Sui cambia nome e gestione: parte l’avventura del Rio Club

Il Mood Club inaugura con il sold out: tutti pazzi per la trash dei Brecce Boyz

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X