facebook rss

Il Farfisa day e Il Pif,
vanno a braccetto

CASTELFIDARDO - Il Premio internazionale fisarmonica ospita l'ottava edizione della manifestazione che omaggia l'antica realtà industriale del settore degli strumenti musicali. Domani all'Auditorium San Francesco l'inaugurazione della mostra curata da Claudio Capponi
Print Friendly, PDF & Email

Una foto d’epoca, lo stabilimento di Castelfidardo Settimio Soprani

 

Eccellenze si incontrano e confrontano. Il Premio Internazionale della fisarmonica e il Comune di Castelfidardo ospitano l’ottava edizione del Farfisa day, manifestazione che omaggia la realtà industriale che ha segnato un’epoca nel settore degli strumenti musicali con prodotti all’avanguardia diffusi in tutti i continenti e suonati da celebri artisti. Domani, sabato 14 settembre, alle 18, in Auditorium San Francesco, inaugurazione della mostra curata da Claudio Capponi, presidente dell’associazione culturale Farfisa. “Gli esemplari in esposizione raccontano la storia, la qualità e la capacità di diversificazione della Farfisa, riassumendone tutta la produzione: fisarmoniche, chitarre acustiche, pianoforti, televisori, harmonium, sintetizzatori, organi elettronici destinati a professionisti e ad un uso più domestico”, spiega Capponi. Dal 1946 al 1998 la FAbbricheRiunite di FISArmoniche nata dall’unione dei colossi Settimio Soprani di Castelfidardo, Fratelli Scandalli di Camerano e Frontalini di Numana (ritiratosi però dal sodalizio dopo pochi mesi), seppe conquistare i mercati e riposizionarsi progettando modelli innovativi e di qualità, in linea con i tempi, ispirandosi alla migliore tradizione artigiana. La mostra sarà aperta con questi orari: sabato 18 – 20; domenica 16-19:30; lunedi e martedi 9-13 e 15:30-19:30.

Da destra, Claudio Capponi con il sindaco di Castelfidardo Roberto Ascani

Nella giornata di domenica, il Farfisa day riunirà appassionati, musicisti ed ex dipendenti provenienti da sette regioni per condividere una giornata all’insegna dei valori e delle esperienze, portando nel cuore e alla memoria non solo gli indimenticabili anni del boom ma anche il ricordo del maestro fidardense Gervasio Marcosignori, l’Oscar mondiale della fisarmonica che della Farfisa è stato dimostratore dal 1947 al 1984. “Quando non era in tournèe sui più prestigiosi palcoscenici, era una presenza costante in azienda”, ricorda l’amico Claudio Capponi. L’Amministrazione comunale riceverà i partecipanti per un saluto istituzionale alle 9.30 al Salone degli Stemmi; a seguire la proiezione dei filmati storici musicali Farfisa e la visita dei Musei cittadini. Nel pomeriggio, alle 18.00, concerto del maestro Giuliano Cameli, campione del mondo di organetto, e del gruppo Swing trio con i maestri Pino Gulizia al pianoforte trasparente Farfisa, Dalila Maretti alle percussioni, Simone Giorgini al contrabbasso.

Premio internazionale fisarmonica: dieci giorni di suoni, colori e culture

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X