facebook rss

Il tenente colonnello Bucci lascia
la Compagnia carabinieri di Senigallia

CAMBIO al vertice dopo cinque anni e tante operazioni che hanno garantito sicurezza sul territorio della Spiaggia di Velluto. Al suo posto, oggi arriverà il capitano Francesca Romana Ruberto
Print Friendly, PDF & Email

Il Tenente colonnello Cleto Bucci

 

Dopo cinque anni alla guida della Compagnia Carabinieri di Senigallia, il comandante Tenente colonnello Cleto Bucci sarà destinato a un altro incarico. Lascia la città con tanti ricordi e un bilancio positivo, grato a chi lo ha accolto, a chi ha collaborato con l’Arma dei Carabinieri e soprattutto ai suoi militari dei vari reparti e delle Stazioni territoriali. Grazie al loro operato quotidiano su strada, al loro impegno e alla loro dedizione, l’intera Compagnia ha raggiunto alti livelli di operatività garantendo così a tutto il territorio una presenza capillare che si traduce in sicurezza. Il Tenente colonnello Cleto Bucci, oggi, mercoledì 18 settembre, lascerà la città in direzione Pesaro. Andrà a ricoprire l’incarico di Capo ufficio Comando del Comando Provinciale di Pesaro-Urbino.
«Senigallia è stata per me e la mia famiglia una città accogliente – ha detto Bucci – qui il livello di qualità della vita è particolarmente elevato. Sono stati cinque anni intensi e ricchi di soddisfazioni professionali e personali. Non sono mancati momenti anche molto difficili e dolorosi, che non potrò mai dimenticare, come il recente evento di Corinaldo». Un evento che lo ha colpito profondamente da militare, da uomo e da padre di famiglia, messo alla prova nell’adempimento del dovere come tutti i militari e le forze dell’ordine e soccorritori intervenuti quella terribile notte del 7 dicembre. «Lascio il Comando di Compagnia con un po’ di dispiacere – ammette – gli anni qui sono praticamente volati: il bilancio è positivo. C’è stata una squadra che ha lavorato bene: abbiamo provato a fare qualcosa per i cittadini che fosse immediatamente percepito. Sono state intensificate le attività di controllo del territorio, fra l’altro ripristinando i servizi a largo raggio con i posti di blocco e intensificando i servizi sulle spiagge per il contrasto all’abusivismo commerciale e alla contraffazione».
Uno sguardo al presente, ma uno anche al futuro, al nuovo incarico e alle nuove sfide che lo attendono. «Mi sto avvicinando ai trent’anni di servizio – dice ancora il comandante Bucci – ma non ho mai ricoperto un incarico di staff, sarà sicuramente un’esperienza interessante. Nel momento in cui cedo il Comando, ringrazio i miei Superiori a cui sarò per sempre grato, saluto i sindaci e le amministrazioni comunali del territorio per l’attenzione e la vicinanza che hanno riservato ai Carabinieri. Saluto e ringrazio con amicizia e grande affetto i colleghi delle altre forze di polizia con i quali abbiamo avvertito il peso e la responsabilità di garantire la sicurezza alle nostre comunità. Ringrazio tutti i membri della Sezione di Senigallia dell’Associazione Nazionale Carabinieri, di cui mi onoro di essere socio, per l’amicizia con la quale hanno accolto me e la mia famiglia tra loro. Ringrazio i cittadini per la loro cordialità, la stima e la fiducia nel nostro operato e soprattutto per i momenti di collaborazione. Saluto i corrispondenti locali dell’informazione, sempre attenti e capaci di assicurare con professionalità il servizio in favore del cittadino. Li ringrazio per l’attenzione data alle nostre attività. Dedico l’ultimo pensiero, il più intensamente sentito – conclude – ai miei collaboratori. Ringrazio di cuore il Comandante del Norm, i Comandanti di Stazione, gli ispettori, i sovrintendenti, gli appuntati e i carabinieri della Compagnia di Senigallia per il prezioso lavoro svolto in questi anni nell’operatività silenziosa. Un saluto caloroso e un grazie particolare alle loro famiglie». Ultime parole di congedo per poi augurare buon lavoro a chi assumerà la guida della Compagnia di Senigallia al suo posto: si tratta del capitano Francesca Romana Ruberto, che arriva dall’Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione dell’Ufficio di Gabinetto del Ministro della Difesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X