facebook rss

Tenta di violentare una minore in auto:
fermato e arrestato dai carabinieri

ANCONA - L'uomo, un 65enne di Osimo, è stato ammanettato sabato mattina, mentre stava tentato un approccio sessuale con una ragazzina, figlia di una sua conoscente. Si trova recluso a Montacuto
Print Friendly, PDF & Email

di Federica Serfilippi

Tenta di stuprare una minorenne in auto: fermato e arrestato dai carabinieri. In manette, sabato mattina, c’è finito un pensionato osimano di 65 anni, accusato dalla procura di violenza sessuale di minore. L’uomo è stato bloccato dai carabinieri della stazione delle Brecce Bianche mentre stava cercando un approccio sessuale con una 16enne, figlia di una sua conoscente. L’abuso è avvenuto nel parcheggio di un centro commerciale della Baraccola. Il pensionato, ex operaio, è finito a Montacuto. Domani è prevista l’udienza di convalida dell’arresto. I militari guidati dal comandante Giuseppe Caiazzo sono riusciti a bloccarlo perchè sapevano dell’incontro tra la minore e il 65enne. A metterli sulla giusta strada è stata la madre della vittima. Una decina di giorni fa, la donna si è rivolta ai carabinieri dopo aver visto il contenuto dei messaggi via Whatsapp inviati dal 65enne alla figlia. Sarebbero stati sms dal contenuto osè, con tanto di foto hard e richieste di appuntamento. Stando a quanto emerso, sabato scorso l’uomo avrebbe attirato  la ragazza con una scusa. Si sono trovati in un’area deserta, di prima mattina. Lei, che si fidava dell’uomo per il rapporto di conoscenza con la madre, ha raggiunto la Baraccola autonomamente, probabilmente prendendo un bus. Lui si è fatto trovare al parcheggio a bordo della sua auto. Secondo l’ipotesi accusatoria, quando lei è salita, lui avrebbe tentato di molestarla. Aveva già toccato le sue parti intime quando sono intervenuti i carabinieri, fermando l’abuso. L’uomo è stato beccato in flagranza di reato e condotto a Montacuto. Gli è stata perquisita casa e sotto sequestro sono finiti tutti i suoi dispositivi informatici. L’indagine non è affatto conclusa. Gli accertamenti continueranno per capire se possano esserci state altre potenziali vittime oltre alle 16enne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X