facebook rss

Premio Verdicchio d’oro:
tre i vincitori 2019

STAFFOLO – Sabato e domenica alla Colleggiata di San Francesco la 54esima edizione della manifestazione di cultura enogastronomica organizzata con il patrocinio del Consiglio regionale
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Torna puntuale anche quest’anno il premio “Verdicchio d’Oro”, organizzato dal Comune di Staffolo con la collaborazione dell’Accademia italiana della cucina, quella dei Georgofili sezione centro est e il patrocinio del Consiglio regionale. Appuntamento il prossimi 12 e 13 ottobre alla Colleggiata di San Francesco per «due giornate dedicate a un’eccellenza del nostro patrimonio enogastronomico – ha evidenziato il presidente dell’Assemblea legislativa, Antonio Mastrovincenzo, nel presentare la manifestazione – con diversi momenti di approfondimento, come il convegno di domenica sulle sofisticazioni alimentari. Un fenomeno purtroppo sempre più diffuso e con pesanti ripercussioni economiche, ma il nostro territorio possiede gli anticorpi giusti per riuscire a fronteggiarlo».

Il Premio nazionale “Verdicchio d’Oro”, riservato a coloro che si sono distinti nella promozione e valorizzazione della cultura enogastronomica del nostro Paese, sarà consegnato quest’anno al Prefetto di Ancona, Antonio D’Acunto, al Presidente nazionale del movimento turismo del vino, Nicola D’Auria, e al prorettore dell’Università Politecnica delle Marche, Gian Luca Gregori. I premiati sono stati scelta da una giuria composta dal sindaco di Staffolo, Sauro Ragni, dal delegato regionale dell’Accademia italiana della cucina, Sandro Marani, e dal presidente della sezione centro-est dell’Accademia dei georgofili, Natale Frega.

«Siamo alla 54esima edizione del premio che si è sempre evoluto negli anni – ha sottolineato Ragni – per essere al passo con i tempi portando un piccolo paese come il nostro, di circa 2200 abitanti, alla ribalta anche nazionale». Nel corso della conferenza stampa, Sandro Marani ha posto l’accento sul “valore delle tradizioni”, mentre Natale Frega ha illustrato i due momenti più significativi della manifestazione, ovvero la tavola rotonda, sabato 12 ottobre, sul tema “Territorio e comunità” e il convegno, domenica 13 ottobre, su “Le sofisticazioni alimentari”. Il Premio di cultura enogastronomica “Verdicchio d’Oro” viene istituito a Staffolo nel 1966, grazie alla collaborazione tra il Comune e l’Accademia Italiana della Cucina. Nel tempo l’evento si è consolidato ospitando ad ogni nuova edizione rappresentanti della cultura, del giornalismo e dello spettacolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X