facebook rss

Terminal bus all’ex Verrocchio
senza attraversamento pedonale:
«Un progetto monco»

ANCONA – La realizzazione dell'autostazione, che trova copertura nei fondi del Bando periferie, non prevede un 'ponte' di collegamento che permetta di raggiungere la stazione centrale, scavalcando via Flaminia. L'assessore Manarini: «non c'era disponibilità finanziaria, ma struttura è predisposta per farlo in un secondo momento»
Print Friendly, PDF & Email

 

Il progetto della nuova autostazione all’ex fornace Verrocchio elaborato dallo studio Sardellini per conto della giunta Mancinelli

Niente cavalcavia sopra la Flaminia per collegare il bus terminal che dovrà sorgere all’ex Verrocchio con la stazione centrale. Un progetto «monco» di attraversamento pedonale quello che trova copertura nei fondi del Bando periferie poiché «le risorse finanziarie messe a disposizione non consentivano di farlo». Ipse dixit. È l’assessore ai Lavori pubblici, Paolo Manarini, a spiegare che la ragione per cui non è previsto è la più semplice di tutte: non ci sono i soldi. Ma precisa: «in maniera oculata, abbiamo però fatto in modo che si potesse realizzare in un secondo momento, quando avremo disponibilità finanziarie per farlo. Infatti, la struttura è stata calcolata per poter aggiungere un intervento di questo tipo». Ad interrogare l’assessore sulla questione è stata ieri in Consiglio comunale la capogruppo pentastellata, Daniela Diomedi, da sempre aspramente critica verso il progetto e non si è smentita neanche stavolta. «Per evitare di restituire fondi pubblici già spesi per il parcheggio scambiatore ex Verrocchio – pungola l’amministrazione –, la giunta ha colto al volo l’opportunità del Bando periferie con indirizzo ‘mobilità sostenibile’, ed in luogo del progetto, già commissionato e realizzato, firmato dall’architetto Erskine, è stata affidata ad uno studio anconetano la redazione di un progetto ‘ridotto’ (ovvero senza l’ostello in prima battuta previsto) per attingere ai fondi ministeriali. Veniamo a sapere, però, che questo nuovo progetto sarà ancora più al ribasso, dal momento che non prevede neanche un passaggio pedonale». La realizzazione dell’autostazione al Verrocchio, là dove i lavori sono fermi da 10 anni per una vertenza con l’impresa appaltatrice, prevede un parcheggio scambiatore per autobus ed un park multipiano con 260 posti, per un costo complessivo di 4,2 milioni di euro (di cui 2,9 coperti dal Bando periferie) «L’amministrazione ha ereditato uno scheletro, un’area degradata – ha commentato Manarini – e abbiamo colto l’occasione dei fondi ministeriali per sanarla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X