facebook rss

Inseguimento in mare di un gommone,
ma è una simulazione della Finanza

ANCONA - E' stato tallonato il mezzo di trasporto che simulava di avere a bordo un gruppo di trafficanti di droga
Print Friendly, PDF & Email

L’esercitazione della Finanza

 

Il prefetto di Ancona, accompagnato dal generale Fabrizio Toscano, ha assistito nel corso di una crociera operativa partita dal porto dorico a bordo del Guardacoste classe Buratti “G.215 Finanziere Bertoldi” a un’esercitazione di ‘polizia del mare’, organizzata dal Reparto Operativo Aereonavale della Guardia di Finanza di Ancona (R.O.A.N.). In particolare, è stata simulata un’operazione d’intercettazione e d’inseguimento di un potente gommone – analogo a quelli utilizzati per i trasporti illeciti delle sostanze stupefacenti – durante la quale sono state impiegate due unità navali veloci classi ‘200’ e ‘900’, supportate da un elicottero NH 500. I finanzieri di mare dopo numerose manovre ad alta velocità, comportanti capacità tecniche ed un determinato livello di rischio, svoltesi nelle acque antistanti il Monte Conero, sotto il coordinamento dell’unità aerea sono riusciti a bloccare l’imbarcazione dei presunti trafficanti. L’occasione ha consentito al tenente colonnello Rocco Savino, comandante del R.O.A.N., d’illustrare ed approfondire le prerogative introdotte dal decreto legislativo  con il quale, dal primo gennaio 2017, la Guardia di Finanza è divenuta l’unica forza di polizia operante sul mare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X