facebook rss

Traffico di droga ed estorsione,
34enne catturato in Albania

ARRESTO - L'uomo, un tempo residente a Falconara Marittima, era ricercato da un anno dai carabinieri della Tenenza
Print Friendly, PDF & Email

 

Arrestato pregiudicato albanese 34enne, catturando da 1 anno, rifugiatosi in Albania.  L’uomo, fratello mezzano di altri 2 uomini già ammanettati dai carabinieri della Tenenza nel dicembre del 2018 nell’ambito dell’indagine “8 sotto 1 tetto”, era stato residente a Falconara Marittima per diversi anni, durante i quali si era dedicato al traffico illecito di sostanze stupefacenti, al punto da essere condannato definitivamente nel 2018 dalla Corte d’Appello di Ancona per spaccio ed estorsione. Il 34enne era finito in manette nel 2011 dopo aver messo in piedi un’estorsione ai danni di un coetaneo, allora 26enne, che si era indebitato per circa 10mila euro per comprare cocaina dall’albanese.  Nella stessa circostanza era stata anche arrestata la cognata, una donna di origine teatina a cui sono state messe le manette nel dicembre dello scorso anno. Il processo per il 34enne si è concluso nel 2014, momento in cui ha lasciato l’Italia.  Nel 2018 i militari della Tenenza si mettono sulle sue tracce dopo aver intercettato delle comunicazioni tra lui e il fratello maggiore.  Parte così l’indagine in stretto collegamento con il Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia, conclusasi nel weekend con l’arresto del 34enne albanese a Durazzo, città dove si era rifugiato con due figlie minorenni. Al momento è ristretto nel carcere di Durazzo, dove rimarrà fino al completamento della pratica di estradizione.  Deve scontare sei anni di reclusione.

Retata all’alba, smantellata una famiglia di spacciatori Vendeva cocaina anche la nonna

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X