facebook rss

Investimento mortale sui binari:
sospeso il traffico
sulla tratta Rimini – Ancona

L'ALLARME è scattato alle 20 tra Senigallia e Marotta, proprio ai confini tra la provincia di Ancona e quella di Pesaro Urbino. La vittima è un 34enne. Treni bloccati e con ritardi di ore
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

 

Traffico ferroviario sospeso sulla linea Rimini – Ancona dalle 20 di stasera per l’investimento mortale sui binari di una persona avvenuto tra Marotta-Mondolfo e Senigallia. Dopo la segnalazione del macchinista dell’Intecisty 613 (Milano – Pescara) è partita subito la ricognizione da parte personale del treno che viaggiava con a bordo 132 viaggiatori. Alle 20.25 alla centrale della Polfer è stato comunicato l’ investimento e il decesso di una persona, un uomo di 34 anni,  sulla tratta adriatica che passa proprio ai confini tra la provincia di Ancona e quella di Pesaro Urbino, nell’area del fiume Cesano, all’latezza del sottopasso delle Piramidi. Sul posto sono arrivati i mezzi sanitari del 118 ma sono stati inutili i soccorsi, gli agenti della Polfer, i tecnici RFI, i vigili del fuoco di Senigallia e l’autorità giudiziaria.  L’ipotesi più accreditata sembra quella di un tragico gesto volontario. Hanno subito ritardi le frecce FR 9811 Milano Centrale (17:40) – Pescara (22:00); FB 8830 Bari Centrale (16:32) – Milano Centrale (0:25) e FB 8852 Roma Termini (17:30) – Ravenna (22) attestate rispettivamente a Fano, Falconara ed Ancona e il treno regionale RV 2133 Piacenza (16:49) – Ancona (21:20). Dopo le 22  è stato attivato un bus navetta da Senigallia a Fano per trasbordare i passeggeri. Alle 23.50 circa il traffico ha cominciato ad andare in progressiva ripresa. I treni in viaggio tra Bologna e Ancona, 8 Intercity e 3 regionali, hanno registrato maggiori tempi di percorrenza fino a 210 minuti.

(servizio aggiornato alle 00.20 del 2 novembre 2019)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X