facebook rss

E’ arrivato l’abete di Natale
donato da Cortina d’Ampezzo

OSIMO - La consegna dell'albero nel primo pomeriggio di oggi, la cerimonia di accensione domenica prossima con il coro della Civica Scuola di Musica e lo spettacolo di pattinaggio sul ghiacco della Conero Roller - VIDEO
Print Friendly, PDF & Email

L’abete donato a Osimo dalla Casa delle Regole di Cortina d’Ampezzo nel segno del gemellaggio culturale che lega  le due città

La pista di pattinaggio sul ghiaccio quasi pronta per la cerimonia di inaugurazione

 

E’ arrivato nel primo pomeriggio di oggi, 28 novembre, in piazza Boccolino l’abete di Natale donato a Osimo dalla Case delle Regole di Cortina d’Ampezzo. Tempo qualche giorno per addobbarlo e si darà inizio al cartellone di eventi natalizi con l’accensione dell’albero, delle luminarie e la cerimonia di inaugurazione della pista di pattinaggio sul ghiaccio. Per permettere un tranquillo svolgimento di tutte operazioni di montaggio e di modifiche alla viabilità, l’inizio dei festeggiamenti natalizi  in città è stato previsto per domenica 1 dicembre. Alle 18, com’è tradizione, il sindaco Simone Pugnaloni con gli assessori e il presidente del Consiglio comunale, accenderà le luci dell’albero. Subito dopo inizierà lo spettacolo di pattinaggio artistico sulla pista ghiacciata a cura della Conero Roller. Alle 18.30 è in programma il concerto sotto l’albero con il coro della Civica Scuola di Musica di Osimo.

Intanto domani, venerdì 29 novembre, al teatro La Nuova Fenice di Osimo un’originale concerto teatrale chiude la rassegna ‘A più voci’ curata dall’Associazione Rovine Circolari in collaborazione con Comune di Osimo Regione Marche e Amat. Una serata musicale tutta made in Marche: Francesco Savoretti alle percussioni mediterranee, Paolo Bragaglia all’elettronica analogica e Isa Carloni alla voce e alla drammaturgia. Inseguendo il tema della furia e della follia femminile nell’Eneide, l’inedito trio rilegge uno dei poemi fondativi della cultura occidentale da una prospettiva contemporanea. L’incontro tra due artisti di mondi musicali lontani tra loro – quello dell’elettronica e quello delle percussioni mediterranee – con una performer vocale genera una contaminazione tra territori espressivi diversi e un inaspettato intreccio poetico che riflette in musica sulle origini della violenza.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X