facebook rss

Santa Casa, la scritta dell’altare
riscolpita dal maestro Malleus

LORETO - La recente ristrutturazione ha consentito la necessaria rimozione delle lettere di ottone, che dopo più di 90 anni apparivano rovinate e ossidate
Print Friendly, PDF & Email

Il maestro al lavoro

 

Màlleus, amanuense e maestro incisore ha riscolpito la famosa scritta ‘HIC VERBUM CARO FACTUM EST’ posta nell’altare della “Casa Santa” di Nazareth, a Loreto dove l’Angelo annunciò alla Vergine Maria la sua maternità. La recente ristrutturazione fortemente voluta dall’Arcivescovo Fabio Dal Cin ha consentito la necessaria rimozione delle lettere di ottone, che dopo più di 90 anni apparivano rovinate ed ossidate. Da oggi nella Basilica si potrà ammirare l’opera del genio recanatese Enrico Ragni, in arte Malleus. Il maestro, allievo del londinese Michael Harwey –  incisore internazionale scomparso nel 2013 – è stato chiamato all’opera per la sua pluriennale esperienza. Sono state così scritte e scolpite, martello e scalpello alla mano, tutte le lettere sul marmo, scelto accuratamente per ricreare le cromie dell’altare. Si è proceduto poi alla decorazione delle stesse con oro in lamina, per donare all’opera preziosità, lucentezza e resistenza al trascorrere del tempo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X