facebook rss

Schianto in via Cameranense,
Giuliano non ce l’ha fatta

CAMERANO - Il motociclista di 65 anni venerdì scorso era rimasto coinvolto nel violento scontro con una Jeep. I familiari hanno deciso di donare i suoi organi come ultimo gesto di amore
Print Friendly, PDF & Email

Giukiano Badaloni

 

Non ce l’ha fatta Giuliano Badaloni. Il motociclista di 65 anni, coinvolto nel violento scontro con una Jeep Renegade su via Cameranense è morto dopo ore di agonia all’ospedale di Torrette dove era arrivato in condizioni disperate venerdì scorso. Come ultimo gesto d’amore i familiari, la moglie Alessandra e i figli Luca e Michele, hanno deciso di donare i suoi organi per dare speranza di vita ad altri  malati. Ieri sono iniziate le procedure di espianto al Centro trapianti dell’ospedale di Torrette.

Poco dopo le 13  del 6 novembre si è consumato il dramma: Giuliano stava rientrando a casa per pranzo a Camerano, quando a pochi passi da casa, ad Angeli di Varano all’altezza dell’agriturismo ‘Le Giuggioli’ ha perso il controllo della moto Bmw che guidava ed è finito sull’altra corsia di marcia, per cause che dovrà chiarire al Polstrada. La Jeep che sopraggiungeva non ha potuto evitare l’impatto con la moto. Una strada maledetta dove due anni fa in un punto poco distante aveva perso la vita un altro motociclista di Camerano, Raoul Chiucconi. Originario di Numana, Giuliano era pensione da qualche anno dopo aver lavorato per molti anni come capo produzione alla ‘Gatto Cucine’. Ma era molto conosciuto e apprezzato per il suo impegno nel volontariato. Come componente del motoclub ‘Occhio del Gallo’ aveva organizzato tante ‘Befane’ dei centauri per salutare i bambini ricoverati all’ospedale Salesi o i nonnini ospiti della casa di riposo Ceci a Camerano.

Auto contro moto sulla Cameranense: centauro lotta tra la vita e la morte

Schianto fatale sulla Cameranense: auto sbarra la strada alla moto Addio a Raoul Chiucconi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X