facebook rss

Ruba bracciale in gioielleria e lo rivende,
le spycam incastrano la ladra

SENIGALLIA - I carabinieri hanno denunciato per furto una 26enne che lo scorso 6 dicembre si era impossessata del gioiello approfittando di un attimo di distrazione della proprietaria del negozio. Le telecamere del sistema di videosorveglianza hanno indirizzato le indagini e dopo le prime resistenze la donna ha ammesso le sue responsabilità
Print Friendly, PDF & Email

carabinieri senigallia

 

Ruba un bracciale in gioielleria e poi lo rivende. Le spycam però la ritraggono e a distanza di pochi giorni, dopo approfindite indagini, i carabinieri della Stazione di Senigallia denunciano la donna, una 26enne, per furto. I fatti risalgono al 6 dicembre, quando una donna si è introdotta all’interno di una gioielleria di Senigallia e fingendo di essere interessata all’acquisto di alcuni gioielli si è impossessata furtivamente di un bracciale in oro, allontanandosi poi dal luogo del reato e facendo perdere le proprie tracce. La proprietaria del negozio ha subito chiesto l’intervento dei militari, i quali hanno visionato le immagini del sistema di video sorveglianza installato dentro la gioielleria e dai tratti somatici della ladra hanno individuato quale principale sospettata una donna di Senigallia, già nota per altri precedenti condotte illecite.

Il frame del filamto registrato dalle telecamere che riprende la 26enne

Sono iniziate quindi le indagini finalizzate ad individuare con certezza la responsabile del furto e a ritrovare la refurtiva. Fin da subito i militari hanno sospettato che quel bracciale rubato fosse stato poi venduto a qualche esercito pubblico specializzato nella rivendita di gioielli, e nel giro di pochi giorni hanno individuato il negozio dove effettivamente il bracciale era stato portato. Il titolare ha riferito di averlo ricevuto da una donna, che dalla descrizione è risultata essere la stessa sospettata del furto. Il bracciale è stato sequestrato, e la presunta ladra è stata chiamata in caserma per essere sentita in relazione al furto. La donna, dopo le prime resistenze, ha ammesso le proprie responsabilità, ed è stata denunciata alla procura di Ancona per i reati di furto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X