facebook rss

La città mariana al voto nel 2020,
‘Adesso Loreto’ apre al confronto

AMMINISTRATIVE 2020 - La lista di maggioranza che sostiene il sindaco Paolo Niccoletti ribadisce l’impegno nel solco della continuità verso la trasparenza ed il cambiamento e apre al dialogo con enti e associazioni locali in vista delle Comunali di primavera
Print Friendly, PDF & Email

Loreto, palazzo comunale

 

Ci sarà anche Loreto, tra i Comuni della provincia di Ancona che nel 2020 andranno al voto per il rinnovo del sindaco e del consiglio comunale. In vista della scadenza amministrativa, il gruppo di maggioranza “Adesso Loreto “ che nel 2015 ha sostenuto la candidatura del sindaco Paolo Niccoletti, si è ritrovato, con le sue varie componenti, per fare il punto della situazione rispetto al mandato conferito 4 anni fa dai cittadini loretani. I primi ringraziamenti sono andati proprio al sindaco Paolo Niccoletti «per aver guidato con serietà condivisione e competenza, una squadra che, dimostratasi con il tempo assai coesa era stata, nella quasi totalità, rinnovata. – esordisce la nota del movimento politico – Il risultato del lavoro svolto, con estremo impegno da parete di tutti i protagonisti della macchina amministrativa, è tangibile e quantificabile nell’entità degli interventi e delle novità apportate in ogni ambito, mantenendo sempre alta l’attenzione ai bisogni ed alle necessità anche in un contesto di crisi generalizzata e sempre più stringenti normative. Questa esperienza di rinnovamento amministrativo messo in atto nel corso della consigliatura ha portato l’intera compagine a ribadire l’impegno nel solco della continuità verso la trasparenza ed il cambiamento».

Il sindaco di Loreto, Paolo Niccoletti con il prefetto di Ancona, Antonio D’Acunto

Nel confronto si sono riconosciuti anche alcuni limiti, soprattutto sotto l’aspetto comunicativo, ed è per questo che il gruppo “Adesso Loreto” ha deciso di aprire al confronto con gli altri movimenti, raggruppamenti e soggetti «che animano la vita politica locale per condividere, onde possibile, un progetto innovativo e di crescita sociale, culturale e turistica per la città mariana – sottolinea la nota – che proprio in questi giorni dimostra tutta la sua potenzialità attrattiva con il grande Giubileo Lauretano, per il quale si ringrazia Sua Santità Papa Francesco per averlo concesso e la Delegazione Pontificia per averlo tradotto in pratica con iniziative che, dall’apertura della Porta Santa dell’8 dicembre scorso, fino al 10 dicembre 2020, sapranno mostrare tutto il loro alto contenuto, certamente religioso, ma anche culturale e quindi di ricaduta sociale. Pertanto occorre saper condividere questa opportunità attraverso sinergie significative che sappiano coinvolgere anche gli importanti enti ed associazioni locali».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X