facebook rss

Inaugurata l’opera che ricorda
la partenza di San Francesco
per la Terra Santa

ANCONA - Scoperta questa mattina la lastra bronzea posta alla banchina numero 1 del porto, dedicata al santo che 800 anni fa partì dal capoluogo dorico alla volte del Medio Oriente
Print Friendly, PDF & Email

La lastra dedicata a San Francesco

 

Un segno celebrativo per ricordare gli 800 anni della partenza di San Francesco dal porto di Ancona per la Terra Santa. E’ la lastra celebrativa inaugurata oggi alla banchina San Francesco, dedicata al santo Patrono d’Italia durante la Festa del mare, alla presenza di monsignor Angelo Spina, arcivescovo della Diocesi metropolitana Ancona-Osimo, del presidente dell’Autorità di sistema portuale, Rodolfo Giampieri, e del contrammiraglio Enrico Moretti, comandante del porto di Ancona, e delle autorità civili e militari. Il disegno è ispirato da un’idea artistica di monsignor Spina. L’immagine rappresenta San Francesco a bordo di un’imbarcazione che parte da Ancona, porta d’Oriente e via della pace. Lancia una colomba come simbolo di pace e di incontro con l’altro e con la natura. Una rappresentazione che è anche un invito all’apertura ad un’umanità di pace. La lastra è in bronzo, ha una dimensione di 2 metri per 1,5 metri ed è stata realizzata dalla Fonderia Marinelli di Agnone (Isernia), fra le più antiche al mondo e specializzata nella costruzione di campane. Il bozzetto per la realizzazione dell’opera era stato presentato il 4 ottobre, giorno di San Francesco, a bordo della nave scuola Amerigo Vespucci durante la permanenza al porto antico.

(foto di Giusy Marinelli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X