facebook rss

Ancona Respect festeggia
il Natale con una partita in famiglia
«Diamo un calcio a Salvini»

SPORT - Il cartellone è stato mostrato a centrocampo prima del fischio d'inizio dove hanno giocato la prima squadra femminile, l'under 12, dirigenti, allenatori, amici e tifosi del team biancorosso. «Attraverso lo sport ogni giorno contestiamo e ci opponiamo al clima di odio e razzismo»
Print Friendly, PDF & Email

Ancona Respect (foto di Arianna Moroni)

 

Ancona Respect scende in campo prima di Natale per una partitella in famiglia per il classico augurio di buone feste. E prima del fischio d’inizio espone il cartello  «Diamo un calcio a Salvini». E’ stato mostrato ieri sera a centrocampo da coloro che hanno partecipato alla partita della scuola calcio Ancona Respect prima della pausa natalizia. Sul rettangolo di gioco sono scese le giocatrici della prima squadra femminile, l’under 12, dirigenti, allenatori, simpatizzanti e tifosi. Un momento di condivisione e aggregazione attorno a un progetto, quello promosso da Alessio Abram, che sta crescendo di anno in anno. Il motivo dell’esposizione del cartello contro Salvini, ieri ad Ancona, è stato spiegato sulla pagina social della scuola calcio che quest’anno ha anche formato la squadra femminile di calcio a 11: «Prima del fischio d’inizio abbiamo realizzato un cartellone con scritto ” Diamo un calcio a Salvini” , vista la presenza tossica del leghista nella giornata di ieri nella nostra città. Attraverso lo sport ogni giorno contestiamo e ci opponiamo al clima di odio e razzismo propagandato da leghisti e fascistoidi di turno. Ogni giorno dimostriamo a tutte e tutti che nuovi modi di vivere il calcio e la città sono possibili. Non permettiamo che si speculi sulla nostra città o che si sparga odio per raccogliere qualche voto. Ancona è la città in cui viviamo, in cui ci alleniamo, in cui costruiamo un quartiere e una comunità differenti. Ancona è la nostra città e sappiamo riconoscere benissimo da sol* quali sono i suoi nemici! Fuori fascisti e razzisti da Ancona, qua gli unici stranieri siete voi!»

Matteo Salvini ad Ancona: «Qua non ci sono fascisti Le Marche a noi persone perbene»

Calcio femminile, inizia il cammino dell’Ancona Respect

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X