facebook rss

Tragedia sull’Arceviese,
il padre di Sonia Farris:
«Non perdonerò mai Renelli»

LE PAROLE di Giuseppe Farris, ospite nella trasmissione di Rai 2 'I Fatti Vostri', in merito alla posizione del camionista indagato per omicidio stradale plurimo. Il genitore della parrucchiera: «Ho dentro un rancore enorme»
Print Friendly, PDF & Email

La puntata de ‘I Fatti Nostri’

Giuseppe Farris

«Massimo Renelli ha cercato un contatto per chiedere perdono. Io non glielo darò mai». Sono le parole di Giuseppe Farris, il padre di Sonia, la parrucchiera di 34 anni travolta e uccisa sull’Arceviese la notte dell’Epifania assieme all’amica 43enne Elisa Rondina. Per il duplice investimento mortale è stato arrestato per omicidio stradale plurimo aggravato il 47enne Massimo Renelli, trovato positivo all’etilometro e attualmente relegato ai domiciliari. Il genitore dalla vittima è stato ospite questa mattina alla trasmissione ‘I Fatti Vostri’ condotta da Giancarlo Magalli. Con Giuseppe c’era il legale Salvatore Asole.

Sonia Farris

«Non lo perdonerò mai. Punto primo perchè anche io faccio il mestiere che faceva lui. E chi è un autotrasportatore sa che l’alcol non lo deve toccare per niente. E poi, qualsiasi essere umano si sarebbe fermato per prestare soccorso. Forse una delle due si poteva salvare. Lui ha fermato l’auto un chilometro e mezzo dopo. Provo un grande rancore». Renelli, durante i colloqui con gli inquirenti, ha detto di aver accostato la Fiat Punto alla prima piazzola disponibile sul suo senso di marcia e di aver chiamato subito i soccorsi. «Ho saputo della morte di Sonia – ha continuato Giuseppe – la mattina dell’Epifania verso le 9. Sono venuti a casa mia due poliziotti a dirmelo». Poi, è andato sull’Arceviese: «Ho visto gli occhiali di Sonia e il guardrail sporco di sangue». L’impatto era stato devastante: i corpi delle due amiche – al ritorno da una serata passata al Megà – erano stati trovati a circa 23 metri distanza dal punto dell’investimento. A Renelli, la prefettura di Ancona ha sospeso la patente in via cautelativa per 5 anni.

Tragedia sull’Arceviese: patente sospesa 5 anni a Renelli

Renelli al Gip: «Non mi do pace, voglio incontrare i familiari delle vittime» Andrà agli arresti domiciliari

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X