facebook rss

Pm 10, Italia Nostra:
«Quali sono i risultati
delle 22 centraline?»

ANCONA - L'associazione ricorda la promessa delle istituzioni di renderli noti entro ottobre 2019
Print Friendly, PDF & Email

La centralina Arpam a Piazza Cavour

 

L’associazione Italia Nostra chiede di conoscere lo stato di salute dell’aria di Ancona. Il direttivo dorico della onlus culturale-ambientalista vorrebbe sapere come mai non sono stati resi noti i risultati dei dati raccolti dalla 22 postazioni attive in città. «Premesso che negli ultimi giorni le due stazioni per il rilevamento degli inquinanti (Cittadella e Stazione ferroviaria) hanno superato i valori massimi ammessi per le Pm 10, Italia Nostra si domanda quali siano i risultati delle 22 centraline presentate in pompa magna in Comune ad aprile 2019 e di cui non si è mai saputo nulla. – scrive in una nota l’associazione – In una situazione atmosferica senza piogge ormai da qualche settimana, segno evidente dei cambiamenti climatici, sarebbe stato utile conoscere la qualità dell’aria in modo più puntuale. Non è ammissibile che i risultati diqueste “sentinelle della salute”, almeno per le PM 10, non siano stati resi noti e quindi non siano servite a conoscere la salute dell’ambiente e quindi dei cittadini, quando la promessa pubblica era che entro ottobre 2019 avremmo iniziato a ricevere i dati. Altrimenti perché spendere decine di migliaia di euro dei cittadini per centraline che non vengono utilizzate?»

Polveri sottili: sforamenti a Jesi, Ancona, Falconara e Chiaravalle

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page