facebook rss

Enrica Bonaccorti
presenta il suo ultimo libro

LORETO - SI intitola 'Il Condominio'. L'appuntamento è per il 5 febbraio nella sala consiliare
Print Friendly, PDF & Email

Enrica Bonaccorti

 

Appuntamento di chiusura per la rassegna culturale ‘Parlare Futuro’. Il sipario calerà a Loreto, la cittá dell‘approdo della Santa Casa, dove presso la Sala del Consiglio, il mercoledì 5 febbraio alle ore 21,15, sará ospite la celebre attrice, presentatrice televisiva e scrittrice Enrica Bonaccorti, che presenterá il suo punto di vista al di là del bene e del male tramite il suo recente e tagliente romanzo, ‘Il Condominio’. La Bonaccorti, savonese di nascita, ma romana poi d’elezione, ha iniziato la sua brillante carriera di attrice in teatro, con ruoli brillanti nella compagnia teatrale di Domenica Modugno e Paola Quattrini, come ‘Mi é cascata una ragazza nel piatto’, e ha poi evoluto i propri punti forti nella partecipazione a programmi radio, come l’’Uomo della Notte’, per passare poi da artista più matura e scrittrice a televisione e cinema, facendo interessanti apparizioni in film come ‘Cagliostro’ e ‘Prima della Lunga Notte’, e conducendo poi tra Rai e Mediaset programmi televisivi di grande successo come ‘Italia sera’, ‘Pronto, chi gioca?’, ‘Cari Genitori’, ‘Non è la Rai’, ‘I Fatti Vostri’ e ‘Buona Domenica’. All’inizio del nuovo millennio ha scelto di tornare alla radio con alcuni programmi freschi e provocatori di Radio Rai, come ‘Ipocrity Correct’ e ‘Me Anziano Youtuber’, e di dedicarsi più attivamente alla scrittura, infatti dopo ‘La Pecora Rossa’ e ‘L’Uomo Immobile’, ‘Il Condominio’ è il suo terzo romanzo.

IL ROMANZO – È proprio tramite il protagonista di quest’ultimo romanzo, Cico, che la Bonaccorti racconterà la sua riflessione su cosa possa essere l’essere umano quando arriva alla completa apatia, al completo superamento e rifiuto di cosa sia il bene e che cosa il male. Cico é un giovane senza problemi finanziari, vive di rendita e nel rifiuto più totale del contatto con gli altri, abbraccia silenziosamente la filosofia del martello tagliando ponti e contatti con tutti. Cico in realtà nella solitudine e nell’equilibrio assoluto cerca la libertà da una società che non rappresenta e comprende più la sua esistenza singolare e il suo modo di pensare che tende alla calma assoluta. Il caso però vuole che la società non condivida la sua ricerca zen, e, tramite vicine dolcissime e grattacapi, il condominio diventa un esperimento, un nuovo modo di fare rete, intrecciare rapporti e pensare nuove regole condivise al di là del bene e del male.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X