facebook rss

Poker d’assi in Comune
per l’incontro ‘Donne protagoniste’

ANCONA - A confronto, questa mattina, le storie e le parole della Valeria Mancinelli, dell'attrice Lucia Mascino, della campionessa di windsurf Giorgia Speciale e dell'astrofisica Francesca Faedi
Print Friendly, PDF & Email

Le donne protagoniste in Comune

 

Successo questa mattina per l’iniziativa di Anci Marche nella ex sala consiliare del Comune di Ancona. Alla presenza della presidente del consiglio comunale e coordinatore dei consigli comunali delle Marche, Susanna Dini, del vicepresidente Anci Marche, Goffredo Brandoni e della consigliera alle Pari Opportunità della Regione Marche, Manuela Bora, numerose classi di scuola media hanno ascoltato le preziose testimonianze di quattro donne marchigiane, “protagoniste” nel loro ambito di vita e lavoro. Sollecitate dalla conduttrice, la scrittrice e blogger Catiuscia Ceccarelli, la sindaca Valeria Mancinelli, l’attrice Lucia Mascino, la campionessa di windsurf Giorgia Speciale e l’astrofisica Francesca Faedi, in videocollegamento da Londra, hanno raccontato le loro storie, fatte di passione, impegno e determinazione, e non di rado mosse anche dal desiderio di migliorare la società, dando ciascuna il proprio originale contributo rispetto alle tante domande che i ragazzi di questa età si pongono rispetto alle scelte sul loro futuro.

L’ex sala consiliare

L’invito unanime agli studenti è stato quello di fare ciò “che piace”, ciò per cui ci si sente portati e che permette, perciò, di concentrare energie e risorse nella giusta direzione. Contestualmente, in particolare da parte della scienziata -madre di famiglia- è stata sottolineata l’urgenza di rivendicare un adeguato supporto alle donne che lavorano perché- ha detto- «noi donne non dobbiamo essere costrette a scegliere tra la famiglia e la carriera». Nel sottolineare in questa occasione il valore e l’impegno delle donne, ancora una minoranza ai vertici delle istituzioni (solo 2 presidenti a capo di Regioni e 30 su 228 sindaci nelle Marche), è stata sottolineata dalle relatrici l’importanza di stringere alleanze forti tra le donne ma anche tra donne e uomini, in un’ottica di piena accettazione e valorizzazione delle diversità. Molti gli studenti intervenuti con domande e osservazioni, a testimonianza che iniziative come queste nelle quali si propongono modelli positivi e concreti e si stimola il pensiero e il ragionamento, lasciano un segno e promuovono il dialogo.

(foto di Giusy Marinelli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X